• Sii sano

4.610 visite

8. Adolescenza: perché l’adolescente ama il rischio

Il comportamento pericoloso, di ricerca di rischi e di sottovalutazione del potenziale negativo sarebbe causato da uno squilibrio di maturazione tra due livelli diversi dell’equilibrio cerebrale. Ecco perché.

Adolescenza: perché l’adolescente ama il rischio

Poiché i numeri che rappresentano la pericolosità del vivere l’adolescenza sono sorprendenti ed allarmanti, molti ricercatori si sono spinti a studiarne le possibili matrici biologiche, alla luce delle favorevoli interpretazioni che le neuroscienze ci davano riguardo ai meccanismi di sviluppo.
Il comportamento pericoloso, di ricerca di rischi e di sottovalutazione del potenziale negativo sarebbe causato da uno squilibrio di maturazione tra due livelli diversi dell’equilibrio cerebrale. Infatti, come già visto la zona che presiede al comportamento oculato e motivato necessita di un tempo più lungo, ma anche e soprattutto delle esperienze che permettono di crescere.

Leggi anche : La sessualità in adolescenza

Sottostante esiste una serie di circuiti che svolgono il compito evoluzionisticamente indispensabile di procurare le sensazioni di benessere, di piacevolezza, di piacere. Chiamata area del reward o della ricompensa, utilizza il neurotrasmettitore dopamina che mette in comunicazione questa zona con quelle superiori, critiche e di buon senso.

La differenza di maturazione non permette quindi di selezionare in modo intelligente e compiuto gli stimoli che fanno stare bene ma non sono gravemente rischiosi da quelli euforizzanti ma potenzialmente molto pericolosi.

Leggi anche: Adolescenza, cosa succede quando arriva la pubertà

Che si tratti quindi della distensione procurata dall’alcool o dall’eccitazione delle droghe più pesanti nel cervello dell’adolescente non è ancora maturo il livello di capacità di discernimento e quindi tutti i messaggi che attivano la dopamina giungono direttamente ad essere vissuti senza elaborazione.

Manca quella barriera doganale grazie alla quale si ricerca la felicità ed il benessere con la giusta percentuale di attenzione e di controllo grazie al quale si evitano le conseguenze spiacevoli che comporta la mancata utilizzazione dello schermo della prudenza.

 

Leggi anche : Adolescenza, il rischio delle dipendenze da alcol e tabacco

Ed è questa la drammatica origine delle dipendenze che inevitabilmente potrebbero seguire l’uso prima, l’abuso e l’uso continuo dell’alcool o delle sostanze chiamate droghe.

Naturalmente lo squilibrio tra stimolo e controllo è egualmente presente in ogni adolescente ma non tutti sono destinati a seguire un percorso pericoloso e molto spesso irreversibile.


giorgio bressa

prof. Giorgio Maria Bressa Bressa
(Psichiatra, Docente di Psicobiologia del Comportamento Istituto Universitario IPU Viterbo)

 

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

У нашей фирмы важный сайт на тематику Oxandrolone купить www.dopingman.com.ua
vy-doctor.com.ua

profvest.com
}