• Sii sano

905 visite

8 consigli per salvarsi da una catastrofe

Un guru del settore svela come sopravvivere a terremoti, tsunami e…

Inutile negarlo, tutti noi – chi più e chi meno – abbiamo le nostre paure ataviche. Quelle che ci atterriscono alla sola idea di prendere l’areo, di vedere scorrere in tv le immagini dello tsunami in Giappone, al pensiero delle conseguenze che potrebbe avere un incidente nucleare anche a migliaia di chilometri da noi. Ma a prescindere se soffriamo o meno di fobie (e sappiamo che ne esistono dei tipi più diversi e strambi), può essere molto utile poter contare su un bagaglio di informazioni pratiche anti-disastro, per risolvere ogni tipo di emergenza. Se poi queste nozioni arrivano da uno dei massimi esperti della materia, Ed Galea, studioso londinese di catastrofi, docente di modelli matematici e direttore del Fire safety engineering group presso l’Università di Greenwich, è ancora meglio, no?
Vediamo allora quali sono i suoi consigli da seguire in viaggio per avere maggiori chance possibili di sopravvivere a eventi imprevisti.

1) Mai partire quando si sta male – Per quanto possibile, bisognerebbe viaggiare sempre in buone condizioni di salute. In caso di necessità bisogna essere reattivi. E la reattività richiede resistenza fisica e forza.

2) Mai stordirsi con sonniferi e tranquillanti – Quando si viaggia in aereo, si tende a prendere farmaci per mettere a freno la paura. Invece la lucidità è troppo importante: molto meglio cercare di restare svegli il più possibile. L’ideale sarebbe, appena saliti a bordo, “studiare” l’aereo: verificare dove sono le uscite di sicurezza, contare quante file ci sono tra noi e l´uscita più vicina. Non sempre in caso di incidente è possibile guardarsi intorno. E poi, tutti si catapultano verso l’uscita più vicina, mentre magari magari quelle anteriori o posteriori restano vuote…

3) Controlla le uscite di sicurezza in albergo – Non basta individuare dove sono, è importante verificare che siano libere da ostacoli o impedimenti.

4) Porta con te una torcia elettrica – Sistematela accanto al letto: in caso di emergenza, è un ottimo aiuto per guadagnare l’uscita più agevolmente.

5) Metti in valigia un cappuccio – In caso di incendio, può essere molto utile per difendersi dal fumo.

6) In treno scegli le carrozze centrali – Statistiche alla mano, sono molto più sicure di quelle anteriori e quelle finali (che invece subiscono più danni in caso di incidenti).

7) In treno siedi con la schiena in direzione di marcia – Se il convoglio subisce un forte colpo, non si viene sbalzati violentemente in avanti.

8) Non perdere tempo – In aereo come in treno, ma soprattutto in caso di incendio, la reazione più sbagliata che si possa avere è attardarsi a prendere le proprie cose. Anche se il pericolo può apparire non così imminente, lo è sempre. Per questo anche pochi secondi guadagnati possono salvare la vita.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

www.pillsbank.net/en

agroxy.com

www.artma.net.ua
}