• Sii sano

1.288 visite

Fitness, meglio aerobico o anaerobico?

Pregi e difetti dei due grandi tipi di attività fisica, per fare la scelta giusta senza sbagliare

fitness ginnastica aerobica anaerobica

Le regole per un buon allenamento

Corsa, ciclismo, nuoto, palestra e altro ancora. Gli esperti continuano a riperterlo: muoversi fa bene al corpo e alla mente, qualunque attività fisica si faccia. Non tutti sanno, però, che le attività sportive si differenziano oltre che per tipologia anche in base al fabbisogno di ossigeno che richiedono e per questo si definiscono attività aerobiche e anaerobiche. Conoscere in cosa si differenziano può aiutarci a fare una scelta più consapevole.
In ogni caso a prescindere da qualunque sport si scelga, ci sono regole che valgono per qualsiasi disciplina.
Qualunque allenamento prevede una fase di riscaldamento, con esercizi di stretching. Dopo 10 minuti di allungamenti, si prosegue con una camminata. Quando la respirazione si fa irregolare ci si ferma in modo da recuperare energie. E fin qui abbiamo sperimentato un tipo esercizio di tipo aerobico.
Il secondo step, prevede l’allenamento vero e proprio, si entra cioè nella fase anaerobica. Se dopo avere effettuato il riscaldamento si inizia una partita di pallavolo, si arriverà ad un momento in cui l’organismo brucia più energie di quante ne riceva con la respirazione. Per la carenza di ossigeno, in quel momento, si verifica anche una produzione di anidride carbonica, responsabile di acido lattico nei muscoli. Quando lo sforzo si è concluso l’acido lattico viene smaltito. Quando si sente il bisogno di fermarsi, è segno che si è superato la soglia anaerobica.
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

В интеренете нашел авторитетный сайт про направление изготовление интернет магазинов https://webterra.com.ua
profvest.com

В интеренете нашел авторитетный портал про направление что такое внутренняя оптимизация сайта.
}