• Sii sano

7.067 visite

Aglio, come evitare l’alito pesante e la cattiva digestione

L’aglio è il miglior farmaco per infezioni, ipertensione diabete ma…: 3 segreti per renderlo digeribile e 5 modi per evitare l’alito pesante che allontana le persone

Aglio, come evitare l'alito pesante e la cattiva digestione

Antibiotico naturale, indicato contro ipertensione, l’aglio contribuisce a prevenire il diabete e permette di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Non solo: è una formidabile difesa dell’organismo contro l´influenza, la bronchite, la tosse e perfino alcuni disturbi del fegato.

Tuttavia …. una controindicazione ce l’ha, non ha a che fare con la salute ma conla cattiva digestione e  l’alito pesante che genera in chi lo mangia. Come fare dunque per non privarsi di uno dei migliori alimenti terapeutici presenti in natura ed al tempo stesso non perdere amici e relazioni sociali?

Il rimedio c’è ed è il frutto di una ricerca condotta dalla Ohio University che ha sottoposto un campione numerosi di  persone alla misurazione delle componenti chimiche dell’alito, dopo aver mangiato aglio cotto, crudo, da solo o accomopagnato da alcuni alimenti.

Leggi anche: Aglio, perchè fa bene alla salute

Ed il risultato è che l’alitosi da aglio è la conseguenza di una cattiva digestione dello stesso, cosa che si può arginare con alcuni semplici accortezze.

 

Come rendere digeribile l’aglio

La prima cosa a cui provvedere è individuare la modalità che rende l’aglio digeribile. Tutto sta nel modo di cucinarlo.

Erroneamente si ritiene che l’aglio crudo sia meno digeribile e quello cotto più digeribile. E’ vero invece il contrario, la cottura dell’aglio elimina alcune enzimi che ne facilitano la digestione.

Leggi anche: I disinfettanti delle vie urinarie

Le raccomandazioni per digerirlo facilmente sono le seguenti:

  1. evitare di cuocerlo insieme a cibi ricchi di grassi;
  2. evitare di rosolarlo o friggerlo
  3. consumarlo in camicia

 

Aglio come evitare l’alito pesante

Se mangiamo aglio, crudo o cotto che sia, la conseguenza è sia una cattiva digestione che l’alito pesante, nel senso che le due conseguenze sono strettamente correlate .

Tuttavia ci sono alcune accortezze che pur rendendo più digeribile l’alimento agiscono più direttamente per ridurre la conseguenza sull’alito.

Eliminare l’anima del’aglio – significa eliminare quella parte interna di colore verde che è stata individuata come responsabile diretto dell’alito cattivo.

Scegliere aglio bianco – significa selezionare solo glio fresco e di colore molto chiaro evitando aglio vecchio o  ingiallito.

Abbinare erbe aromatiche fresche – esistono erbe aromatiche che combinate nella digestione insieme all’aglio neutralizzano quella componente di zolfo responsabile dell’alito cattivo. Le erbe più efficaci sono:

  1. origano
  2. zenzero
  3. rosmarino
  4. basilico
  5. menta
  6. prezzemolo

con minore efficacia anche

  1. anice
  2. finocchio
  3. coriandolo

A queste indicazioni la ricerca dell’Ohio University ne aggiunge anche altre.

Per esempio sostiene che mangiare una mela cruda contribisce ad eliminare il responsabile dell’alito cattivo.

Tutti i rimedi indicati raggiungono comunque lo stesso effetto: riducono gli enzimi e i componenti che contengono zolfo e che, trasferendosi nel sangue, incidono sia sulla digestione, sia nell’azione  di filtro svolta da polmoni e ghiandole sudoripare, generando  gli afrori che chiamiamo alitosi.

Leggi anche: Digestione, 11 cose che non t’aspetti

Redazione Staibene

surrogate mother ukraine

alex-car.com.ua/cart/mark/all/all/all/76

www.alex-car.com.ua/cart/mark/all/all/all/86
}