• Sii sano

3.743 visite

Asma bronchiale: sintomi e cure

E’ una malattia che si presenta in maniera altalenante nel corso dei mesi

L’asma bronchiale

L’asma è una malattia cronica dei bronchi nella quale le vie aeree sono ristrette come risultato della contemporanea presenza di broncospasmo, di infiltrato infiammatorio e di secrezioni nel lume bronchiale, che provocano mancanza o difficoltà di respiro, tosse, respiro fischiante o sibilante, senso di oppressione al torace.

Tutti questi sintomi non si presentano contemporaneamente, si verificano sempre con la medesima intensità (quando sono molto intensi si parla anche di crisi d´asma) e possono svilupparsi in tempi diversi, nel corso della vita.

L’asma costituisce oggi la terza voce di spesa del Servizio sanitario nazionale. Molti ricercatori in tutto il mondo ritengono che alla base ci sia una predisposizione genetica; su questa agiscono fattori, cosiddetti scatenanti, che rendono clinicamente manifesta la malattia, possono aggravare l´asma fino a scatenare una vera e propria crisi.

Le caratteristiche

E’ una malattia che si presenta in maniera altalenante nel corso dei mesi, delle stagioni e persino della giornata, per cui può capitare di visitare un paziente nel momento in cui sta bene e di non rilevare nulla di “anormale”, salvo poi vederlo star male quando è in preda a una crisi.

Il sintomo più caratteristico è il respiro sibilante, ed è il primo segno fisico che indica un’ostruzione del flusso aereo a livello bronchiale.

Gli esami per accertarla

Per una corretta diagnosi dell’asma bronchiale ci si può avvalere della spirometria, un esame strumentale semplice, economico e poco invasivo che misura la capacità respiratoria.

In un soggetto asmatico bisogna sempre ricercare la presenza di una componente allergica che può essere identificata tramite test cutanei o ricerca di IgE (Immunoglobuline E) specifiche nel siero

L’instabilità della malattia con presenza di tosse, dispnea, respiro sibilante conduce il soggetto asmatico di fronte a notevoli limitazioni nello svolgimento delle normali attività e sono espressione di uno scarso controllo della malattia.

Come si cura

Attualmente per la terapia dell’asma sono anche disponibili farmaci antinfiammatori non steroidei rappresentati dagli antileucotrieni che vengono somministrati per via orale.

Da poco tempo è inoltre possibile utilizzare un nuovo farmaco, limitato a casi selezionati di grave asma bronchiale allergica, rappresentato da una molecola che antagonizza le IgE e viene somministrato tramite iniezioni sottocutanee.

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

www.agroxy.com/prodat/pshenica-109/donetskaya-obl

agroxy.com

steroid-pharm.com/sustamed.html
}