• Sii sano

1.719 visite

Avvelenamento: il primo soccorso

Cosa fare in caso di avvelenamento da cibi o sostanze tossiche

avvelenamento

L’avvelenamento è causato dall’ingestione di sostanze tossiche o di alimenti alterati. Possono comparire: nausea, vomito, dolori addominali, diarrea, vertigini, disturbi visivi, fino alle estreme conseguenze di delirio, coma e addirittura paralisi.

Ecco dunque cosa fare:

  • avvisare subito il 118 specificando che si tratta di sospetto avvelenamento, in modo che venga allertato il Centro Antiveleni;
  • raccogliere gli avanzi di cibo, l’eventuale contenitore e il materiale vomitato.

Se il paziente è privo di coscienza:

  • controllare le funzioni vitali;
  • metterlo in posizione laterale di sicurezza, su un fianco;
  • non farlo vomitare;
  • se possibile, chiedere informazioni ai familiari.

Se il paziente è cosciente:

  • chiedergli cosa ha ingerito;
  • non somministrare alcolici;
  • non fargli bere latte, perché favorisce l’assorbimento di alcune sostanze;
  • non farlo vomitare, se non si sa con certezza quale sostanza ha ingerito: negli avvelenamenti da sostanze caustiche come candeggina, detersivi, acido muriatico, il doppio passaggio del materiale ingerito può aumentare il numero delle lesioni nell’esofago e in bocca.
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

best-cooler.reviews/portable-freezer-fridge-from-world-famous-brand/

shopvashtextil.com.ua/catalog/index/106-odeyala

ford.niko.ua/commercial/transit-connect/
}