• Sii sano

4.323 visite

Piedi, che fare se il bambino cammina sulle punte

Una delle ansie maggiori delle neo mamme è vedere i loro bambini camminare sulle punte dei piedi anche fino a due anni d’età ed a volte anche oltre.

Ci sarà una malformazione congenita? Avrà qualche carenza neurologica? E a nulla spesso valgono le rassicurazioni di nonne suocere o amiche che si tratta di un falso problema, perchè il dubbio nelle neomamme persiste sempre persino quando a dirlo è il pediatra.

C’è del vero o la preoccupazione è del tutto infondata? La realtà è che nella maggioranza dei casi si tratta della normale fase di apprendimento dell’equilibrio nella deambulazione, ma può anche accadere che se protratta a lungo, l’abitudine di camminare sulle punte dei piedi sia per il bambino la spia di qualcosa di più. Vediamo come orientarci.

 

 

 

PerchA? i bambini camminano sulle punte

 

Non accade sempre ma accade abbastanza spesso che i bambini camminino sulle punte sotto i 3 anni di vita.

La camminata autonoma infatti viene acquisita generalmente tra i 10 ed i 15 mesi, con punte di ritardo anche fino a 20 mesi che tuttavia non devono preoccupare.

Inizialmente il bambino cammina con le braccia alzate e con le ginocchia flesse per aumentare istintivamente la stabilità , ciA? che avviene abbassando il baricentro del corpo , allargando le gambe per aumentare la superficie d’appoggio e spostando il peso del corpo in avanti.
In questa fase la caviglia ancora non completa il movimento di rullaggio del piede che è visibile nell’adulto e l’appoggio del piede resta piuttosto piatto.

E’ in questa fase che alcuni bambini sviluppano una modalità di contatto del piede a terra sulle punte, abitudine che può ….(segue)

Tag:
Bruno Costi
Bruno Costi

Direttore Responsabile Staibene.it

www.apach.com.ua/shop/category/teplovoe-oborudovanie/zharochnye-poverhnosti

Узнать как www.profshina.kiev.ua по вашему желанию, недорого.
best coolers reviewed
}