• Sii sano

711 visite

Birra, gli effetti collaterali che nessuno racconta

Ecco tutte le zone d’ombra ed i rischi per la salute della bevanda piA? amata dai giovani e non

I dubbi sulla birra analcolica
Il vantaggio di reputazione della birra rispetto al vino ed ai superalcolici deriva proprio dalla bassa gradazione di alcool, al punto di ritenere la birra analcolica del tutto esenteA�da controindicazioni e dunque consumabile in quantitA� A�pressochA? illimitate.
La realtA� non sembra invece cosA�. A�Sussistono dubbi ed incertezze che non sono stati ancora fugati.
Per due ricercatori americani della
, la birra analcolica sarebbe anzi fortemente dannosa in quanto a�� sostengono – A�a�?per riuscire a simulare il sapore della birra ottenuta con il metodo tradizionale, non potendo utilizzare additivi o surrogati chimici (l’utilizzo della denominazione “birra” impone regole molto restrittive) A? stata modificata la mappatura genetica dei due ingredienti che, addizionati all’acqua, vengono utilizzati per la produzione della bevanda: malto e luppolo.
Ma, secondo i due ricercatori, A�il risultato A? una bevanda che produce sull’organismo, ed in particolare sull’apparato digerente e sul cervello, danni molto gravi sui quali solo ora, pur tra innumerevoli difficoltA�, si sta facendo chiarezza… etc…”
Sergio Catania, Medico specialista in Chirurgia generale ed Oncologia medica, A�nel sottolineare che al momento non esistono evidenze sulle conseguenze tumorali della birra, ma quanto alla sicurezza totaleA�nel consumo di birra analcolica appare cauto.
a�?Si parla di birra analcolica a�� dice – A�e si A? portati a pensare alla totale assenza di alcol, mentre in realtA� ciA? non A? del tutto vero, perchA� la legislazione prevede un tasso minimo di alcol contenuto nella birra. PerciA? i produttori si limitano ad abbassarlo dalla gradazione di circa 4% (sino ad un massimo del 15 % per certe birre prodotte soprattutto in Germania) a quello dell’1,2 %. Di ciA? ne dovrebbero tener conto anche gli automobilisti in caso di colossali sbornie di birra analcolica.”

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene
  • ANSDRUBALLE Rispondi
    2 mesi fa

    SE LA BIRRA FA MALE IMMAGINIAMO IL VINO CHE DI NATURALE NON HA PIU NULLA E DIVENTATO UN INTRUGLIO DI CORRETTORI CHIMICI. UN TEMPO ANTICO IL VINO GUSTAVA DI UVA E LE MACCHIE ERANO ROSSO VIVO, ORA DA SI E NO CHE LASCIA UN ALONE. MILLE ESPERTI CHE SNIFFANO, SNUFFANO. TIPO DI VINI CHE VEBNIVANO PRODOTTI IN PICCOLE QUANTITA IN ZONE SPECIFICHE ORA SE NE PRODUCONO QUANTITA IDUSTRIALI. BEATO CHI SI PUO PERMETTERE LA GRANDE FATICA DI FARSELO ANCORA IN CASA.

}