• Sii sano

567 visite

Che influenza farà quest’anno

Sarà più seria, metterà a letto 6 milioni di persone. Protagonisti due nuovi virus influenzali

Non ci sarà una pandemia. Ma non sarà neanche una passeggiata. L´influenza che ci aspetta durante il prossimo inverno colpirà fino a 6 milioni di italiani. E sarà caratterizzata da tre virus: due di questi sono nuovi, l´altro è invece una vecchia conoscenza, perché è il famigerato virus A H1N1 dell´influenza suina.

Due virus influenzali nuovi
Come spiega Fabrizio Pregliasco, ricercatore del dipartimento di Scienze Biomediche dell´Università degli Studi di Milano, "il primo virus nuovo è un sottotipo del virus A ed è la variante H3N2 chiamata Victoria; l´altra novità è il virus BWisconsin. Con questi due virus, l´influenza di quest´anno sarà più vivace e probabilmente ci saranno dai 4 ai 6 milioni di casi a seconda dell´andamento delle temperature. L´influenza infatti arriva con le temperature rigide e prolungate".
Oltre all´influenza ci saranno comunque anche altri virus parainfluenzali, che provocheranno infezioni del tratto respiratorio simili all´influenza, ma meno gravi.

I consigli anti influenza
Per fronteggiare l´influenza, le raccomandazioni sono quelle che gli specialisti si affannano a ricordare ogni anno. Mai come in questo caso, tuttavia, ripetersi può portare solo benefici. Ecco allora alcuni dei principali consigli da seguire secondo Aurelio Sessa, presidente della Simg (Società italiana medicina generale) della regione Lombardia.
"Per l´influenza vera si possono usare i farmaci da automedicazione", dice Sessa, "ma se la malattia non passa dopo 3-4 giorni è bene consultare il medico. Altro consiglio è quello di non fare gli eroi e non andare al lavoro quando si è malati. Infine, evitare di recarsi al pronto soccorso se non ci sono condizioni che lo giustifichino, dunque di reale e concreta emergenza".

La vaccinazione antinfluenzale
Fabrizio Pregliasco ricorda inoltre l´importanza del vaccino antinfluenzale per le categorie di popolazione a rischio: "Per esempio gli anziani con più di 65 anni, i bambini, i malati cronici e chi soffre di patologie cardiache e respiratorie. Per loro il vaccino serve a evitare pericolose complicazioni, quali bronchiti, polmoniti e scompenso cardiaco, che nei casi peggiori possono anche portare alla morte".

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

ivf-lab.com/ru/uslugi/146-prenatalnaya-diagnostika.html

Был найден мной авторитетный блог , он рассказывает про https://kover-samolet.com.ua.
купить мазда сх 5
}