• Sii sano

5.188 visite

Cistifellea, rischio calcoli ridotto bevendo (poco) alcol

Due bicchieri di vino o birra al giorno abbassano di un terzo il pericolo che si formi il colesterolo nella bile

9 GIU – Bere alcol con moderazione protegge contro la formazione dei calcoli alla cistifellea. Lo sostengono i ricercatori inglesi diretti dal dottor Paul Banim, della University of East Anglia: dopo aver analizzato i dati di 25 mila uomini e donne, hanno osservato che consumare due bicchieri al giorno di alcol (vino o birra) riduce le probabilità di soffrire di calcoli di un terzo.
L´alcol, sostiene l´équipe del dottor Banim, riduce il colesterolo nella bile da cui si formano i calcoli. I ricercatori hanno usato i dati di un vasto studio che analizzava la connessione tra dieta e cancro in uomini e donne di eta´ compresa fra 45 e 74 anni. Il consumo di alcol è stato confrontato col rischio di sviluppare calcoli alla cistifellea sintomatici in un periodo di dieci anni. I soggetti che consumavano più alcol avevano un rischio inferiore del 32% di sviluppare i calcoli rispetto a chi non ne beveva o ne beveva poco. Per ogni bicchiere di alcol in più consumato a settimana, il rischio scendeva del 3%.
Spiega il dottor Banim, specialista in gastroenterologia: l´alcol fa aumentare i livelli di colesterolo "buono" (Hdl), che protegge dalle malattie cardiovascolari e potrebbe alterare la composizione del colesterolo nella bile. Ovviamente, il suo studio non è un incitamento a consumare alcol senza limiti, ma un tentativo di trovare la giusta quantità che protegge la salute.

Redazione Staibene.it – 2009
Redazione Staibene

https://www.fiat.niko.ua

http://farm-pump-ua.com/testover-r-vermoje.html
}