• Sii sano

924 visite

Colite ulcerosa e morbo di Chron, come riconoscere la malattia dei giovani

Ci sono un paio di malattie che sembra stiano rialzando la testa, soprattutto nei giovani: si chiamano colite ulcerosa e morbo di Crohn e preoccupano non poco le autorità sanitarie, perchè sono altamente invalidanti, durano a lungo e, poichè colpiscono soprattutto tra i 18 e i 30 anni, rischiano di accompagnare i pazienti per molti anni.

Fanno parte delle cosiddette  malattie infiammatorie croniche dell’intestino  e sono  caratterizzate nel loro decorso  dal fatto che  vivono fasi acute alternate a fasi di relativa  assenza e calma per poi riaffacciarsi a più riprese nel corso della vita.

Ma quanto sono diffuse in Italia?  chi colpiscono? come riconoscerne i sintomi per avviare in tempo le giuste cure? E cosa si può fare per curarle?

A questa serie di interrogativi risponde la campagna di sensibilizzazione guidata dalla Fondazione Policlinico Gemelli – Università Cattolica.

 

Sai come affrontare la colite? Scoprilo con IL TEST

 

Quanti  sono i pazienti interessati

Secondo i dati forniti dalla Fondazione, si stima che oltre 5 milioni di persone nel mondo siano affette dalle due patologie, di cui circa 1.6 milioni nel Nord America e quasi 3 milioni in Europa.

In Italia, pur mancando dati epidemiologici nazionali, vengono stimate oltre 200 mila persone affette da colite ulcerosa o malattia di Crohn. “Il problema – spiega il Prof. Alessandro Armuzzi, Segretario Generale IG-IBD, Ospedale Presidio Columbus – Università Cattolica – è che in Italia manca ancora un registro nazionale, quindi si può dare solo una stima dei malati. Con buona approssimazione si può dire che il 40% di questi 200 mila è affetto dalla malattia di Crohn, mentre il restante 60% da colite ulcerosa. Inoltre – prosegue – sappiamo che le malattie infiammatorie croniche intestinali hanno il picco di incidenza tra i 20 e i 30 anni di età e che  nel 20% dei casi  la malattia si svela in età giovanissima, tra i 10 e i 18 anni”.

 

Leggi anche: Malattia di Crohn, ecco gli esami per  una diagnosi sicura

(SEGUE)….

Tag:
Bruno Costi
direzione staibene.it

}