• Sii sano

909 visite

Colite ulcerosa e morbo di Chron, come riconoscere la malattia dei giovani

La causa della malattia

I meccanismi alla base dello sviluppo delle due patologie, colite ulcerosa e Morbo di Crohn non sono ancora completamente noti, ma si pensa che il maggior ruolo sia attribuibile, in soggetti suscettibili dal punto di vista genetico, ad una alterata risposta immunitaria nei confronti del microbiota, cioè quell’insieme di microorganismi presenti all’interno dell’intestino, che viene alterato da fattori ambientali ancora poco conosciuti.

“Alla base di questa malattia, allo stato attuale della ricerca scientifica, è un misto di concause: c’è innanzitutto una predisposizione genetica, quindi un background di fondo “fertile”. Ma ci sono anche fattori ambientali, ancora non bene identificati, come alimentazione e inquinamento. Tutti questi elementi modificano di fatto la flora batterica dell’intestino, stimolando una risposta immunitaria, da cui nasce l’infiammazione, che con il tempo, si cronicizza, provocando così i sintomi di questa malattia”.

 

Leggi anche: Colite ulcerosa, ecco cos’è

 

Come riconoscere i sintomi

La malattia si può curare? la risposta è affermativa e la campagna di sensibilizzazione avrà come testimonial Simone Sabbioni, campione italiano di nuoto a livello internazionale,   che pur affetto dalla patologia dimostra come, curandola,  si possa comunque giungere a grandi risultati sportivi, e alla realizzazione di importantissimi obiettivi.

I sintomi predominanti delle MICI sono:

  1. diarrea;
  2. dolori addominali;
  3. sangue nelle feci;
  4. febbre;
  5. astenia;
  6. perdita di peso

6 sintomi che tendono a variare in base al tipo di patologia e che in alcuni casi possono essere associati a manifestazioni extra-intestinali tra cui:

  1. manifestazioni articolari (spondiloartrite);
  2. cutanee (eritema nodoso, pioderma gangrenoso, psoriasi);
  3. oculari (episclerite ed uveite);
  4. epatiche (colangite sclerosante).

 

Leggi anche: Tutto quello che c’è da saperesull’intestino: parla il gastroenterologo

Tag:
Bruno Costi
direzione staibene.it

}