• Sii sano

2.365 visite

Mal di piedi? Ecco le cause più frequenti

Come per prevenire e combattere il male ai piedi: tra calli, patologie, alluce valgo e dita a martelletto, tutto quello che c’è da sapere.

Durante l’arco di una vita, i nostri piedi percorrono 190 mila chilometri, una distanza pari a quattro volte il giro del mondo. Eppure troppo spesso li maltrattiamo, occupandoci di loro solo per motivi estetici, sia d’estate che d’inverno.

E invece sono tanti i motivi per cui dovremmo prenderci cura dei nostri piedi. Uno su tutti?

Sono le fondamenta della nostra struttura corporea, con 26 ossa, 42 articolazioni, 33 muscoli, 107 legamenti e innumerevoli terminazioni nervose.

La nostra postura si adatta a ogni variazione anche minima dell’appoggio. Il risultato? Se l’appoggio non è quello giusto possono sorgere dolori anche in punti lontani, deformità problemi muscolari, vascolari e di postura.

Per colpa della scarpe dalla punta stretta e dei tacchi superiori a 5 cm, a soffrire di problemi al piede sono soprattutto le donne (il 70% circa) e le persone anziane, con risvolti sulla salute, ma anche di tipo psicologico: quando si è avanti con gli anni, se non si cammina a sufficienza, si va incontro a problemi di depressione, sovrappeso e artrosi. Leggi: Scarpe a punta e tacchi a spillo? ecco che succede

E gli uomini? Soffrono di problemi soprattutto di unghia incarnita, ma in genere il sesso forte usa scarpe più comode. Risultato: rischia di meno.

Calli e callosità: ecco che fare

Piede greco, piede egizio, piede quadro, piede di “papera” e a pianta allungata…. Il campionario delle tipologie di piedi è particolarmente ricco. E per ciascuno si potrebbero elencare una serie di problemi simili tra loro.

Il fatto è che non sempre si sa come affrontarli. E troppo spesso patologie vere e proprie si confondono con problemi estetici.

Cominciamo allora da uno dei disturbi più frequenti e sottovalutati relativi alle nostre estremità: i calli. Per quelli posizionati sulle dita, di solito andiamo dal podologo.

Ma se compaiono invece sotto la pianta, pensare che vadano “eliminati e basta” potrebbe essere un grave errore.

Nell’anziano, soprattutto, le callosità plantari sono dovute alla struttura ossea che si abbassa, con il risultato di provocare forti dolori fino all’impossibilità di camminare. Asportarli serve a poco: a parte il fattore estetico, la callosità si riforma e i dolori persistono perché generati dall’infiammazione.

Si può ovviare portando scarpe da ginnastica? Il dibattito èmolto serrato e le conclusioni incerte. Certo, la scarpa da ginnastica, soprattutto moderna e di nuova concezione, è più comoda ed ergonomica, ma dipende dall’uso che se ne fa. Leggi: Scarpe da ginnastica? Ecco quando sono peggio dei tacchi alti.

Che cosa è più indicato fare, allora?

Nel caso i problemi siano diversi, per esempio se consistono nell’alluce valgo, Leggi Alluce Valgo, tutte le soluzioni per prevenirlo, se invece consiste nelle dita a martello ( Leggi: Quando le dita sono a martelletto). Più in generale queste sono le indicazioni per la salute dei piedi. Piedi sani: 7 regole d’oro.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

У нашей фирмы нужный интернет-сайт с информацией про Провирон купить www.dopingman.com.ua
best-cooler.reviews/

У нашей фирмы полезный веб сайт на тематику алиэкспресс жидкость для электронных сигарет.
}