• Sii sano

14.805 visite

Colazione al bar? Come ridurre il “rischio-ciccia”

La colazione al Bar è il rito più amato dagli italiani ma anche il più ingrassante: come ridurre le insidie per la dieta tra caffè, cappuccino, cornetto e brioche.

Uno dei riti più amati dagli italiani, la colazione al bar, sarà anche un piacere più o meno irrinunciabile, ma di sicuro è un problema per la dieta. Cappuccino e brioche (o cornetto, a seconda delle zone d’Italia, magari con il ripieno di crema o marmellata) non sono propriamente il massimo: non solo se si è a dieta, ma in assoluto.

Il motivo? La colazione sana – come del resto la corretta alimentazione in genere – dovrebbe essere varia ed equilibrata. Invece, al di là di pochissimi classici abbinamenti – la scelta è molto limitata. Si assumono troppi grassi saturi e zuccheri semplici. Leggi anche: Colazione, tutto quello che ancora non sapevi

 
LA BRIOCHE – Buona al palato, talvolta ottima, questa delizia della gola risulta in realtà tra i cibi meno sani in assoluto. La colpa è dei , sempre più spesso utilizzati tra gli ingredienti, del suo basso potere saziante e delle tante, troppe calorie che apporta (un croissant semplice vale 250 calorie, una brioche piccola alla marmellata 290 calorie).
Chi è a dieta dovrebbe evitarla come la peste; tutti gli altri farebbero bene a concedersela con moderazione, una volta ogni tanto.

CAPPUCCINO – Altra pietra miliare della colazione all’italiana, è in realtà deleterio per chi segue una dieta dimagrante: primo, perché il latte usato al bar è quasi sempre intero; secondo, perché c’è la schiuma (aria che gonfia lo stomaco); e perché si tende sempre ad aggiungere zucchero. Tanto per chiarire: un cappuccino vale da solo 130 calorie, cui aggiungere 40 calorie dallo zucchero. Leggi anche:

COSA SCEGLIERE – Cappuccino e brioche ripiena apportano 480 calorie, dunque, contro le 300-320 circa che dovrebbe fornire la colazione ideale. E allora, come regolarsi?

Se volete limitare i danni, puntate su un caffè con poco zucchero, una spremuta d’arancia e un “francesino” farcito con prosciutto crudo; oppure una brioche vuota integrale piccola con una tazza di latte bianco caldo. Altrimenti, sempre che il bar lo preveda, scegliete un frutto abbinandolo con della frutta secca (2-3 noci o 4-5 mandorle).

Il parere del nutrizionista

Tutto concorre a rendere il momento del risveglio meno traumatico: essere andati a letto presto, osservare piccole abitudini tutte personali appena alzati, una radiosveglia poco invadente… Ma la chiave di volta dell´inizio della giornata resta un appuntamento fissato qualche minuto dopo aver poggiato il primo piede in terra: la colazione. Parola di un esperto come il professor Nicola Sorrentino, specialista in Scienza dell´alimentazione dietetica, docente di igiene nutrizionale e crenoterapia presso la scuola di specializzazione in idrologia medica dell´Università  di Pavia.

Come incide la colazione sul momento più duro da accettare della giornata?

Il buongiorno nutrizionale si vede dal mattino. Tutta la giornata verrà  influenzata da quanto "carburante" viene assunto all´inizio.

Redazione Staibene

latte coffee machine

agroxy.com/prodat/grechiha-132/hmelnitskaya-obl

платья для девочек
}