• Sii sano

667 visite

Come proteggere i bambini

Come proteggere i bambini
Raggi solari, meglio starne alla larga. Un consiglio valido per tutti, ma ancora di più per i bimbi. Un’errata o eccessiva esposizione al sole in tenera età è molto dannosa e può avere ripercussioni anche sulla salute da adulto. Le scottature subite nell’infanzia, infatti, aumentano il rischio di comparsa del melanoma in età adulta.

La protezione
È indispensabile utilizzare sempre creme solari con protezione massima. Sceglietene una pensata per lui: ormai tutte le grandi case produttrici di solari hanno una linea per bimbi. Preferite le creme con dosatore a spruzzo, più pratiche da applicare. Il solare va messo almeno ogni due ore. E, anche se è resistente all’acqua, va riapplicato dopo ogni bagno in mare.

Gli orari
Se il bimbo ha meno di 3 anni può stare al sole tra le 8 e le 10 e dopo le 17: la sua pelle è molto delicata. E anche dopo i 3 anni evitate di tenerlo al sole nelle ore centrali della giornata, quando i raggi sono più intensi. Un consiglio valido anche per le giornate nuvolose: perché le radiazioni solari sono presenti lo stesso e arrivano sul corpo con tutta la loro carica energetica. Non è un mistero che ci si scotta più facilmente proprio quando il tempo è variabile.

L’ombrellone
Se il bimbo vuole stare sotto l’ombrellone, applicate comunque il solare: i raggi filtrano attraverso la trama del tessuto e sono comunque dannosi. Stesso discorso per il parasole del passeggino.

Redazione Staibene

Был найден мной интересный веб портал , он рассказывает про уборка снега с крыш www.cleansale.kiev.ua
}