• Sii sano

1.129 visite

Con i Nutra-snack la merendina sarà sana

Un progetto coordinato dal Cnr per realizzare “spezzafame” senza grassi nocivi, ma ricchi di sostanze benefiche per l’organismo

Come dice una nota pubblicità, bambini e mamme saranno finalmente d’accordo al momento della merenda. I primi potranno mangiare liberamente i loro sfizi preferiti, le seconde li lasceranno fare, non avendo più l’incubo dei grassi saturi e del rischio di squilibrare l’alimentazione dei loro piccoli. Già, perché le merendine della prossima generazione saranno buone e non faranno male alla salute. Si chiameranno “nutra-snack”, somiglieranno a quelle classiche al gusto di fragola, limone o cacao. Apporteranno all’organismo macro e micronutrienti utili per il benessere, ma non somiglieranno a nessuno dei “functional food” o degli integratori alimentari oggi in commercio, né nell’aspetto, né per il tipo di confezione.
Ha preso il via con un budget di 5 milioni di euro, e coordinato dall’Istituto di Cristallografia del Cnr di Montelibretti in provincia di Roma, il nuovo progetto dell’Unione Europea chiamato appunto “Nutra-snacks”, che ha l’intento di studiare e immettere sul mercato nuovi prodotti alimentari che siano piacevoli al gusto e caloricamente bilanciati, ma che non facciano male alla salute. Oltre al Cnr, nel progetto sono coinvolte otto istituzioni europee, di cui altre tre italiane: le università di Milano, Pisa e Rimini.

Quanta salute in una barretta
Come saranno le nuove barrette? “Molto simili alle merendine ora in commercio, nell’aspetto e nell’uso per cui verranno creati, e anche per il tipo di confezione”, spiega Giuseppina Rea, ricercatrice Ic-Cnr. “I Nutra-Snacks non presenteranno tuttavia i difetti oggi riconosciuti da tutti gli studiosi del settore, ossia eccesso di carboidrati e grassi idrogenati e quindi sbilanciamento nutrizionale e ipercaloricità”.
Non solo. La nuova barretta alimentare ci aiuterà anche a prevenire alcune patologie e a mantenerci in salute. Dal punto di vista alimentare, conterrà livelli controllati e bilanciati di lipidi, carboidrati e proteine e composti nutraceutici di origine vegetale, noti per i loro benefici effetti sulla salute umana, come i carotenoidi, chinoni, flavonoidi, polifenoli e allicine, dall’attività antiossidante, antibatterica, antinfiammatoria, anticancerogena e antilipidemica.
Dal punto di vista della salute, la nuova barretta avrà tutti i requisiti per essere inserita nella nuova generazione di “functional food”, prodotti alimentari di supporto alla nutrizione che aiuterà a prevenire alcune malattie ischemiche del cuore, malattie cerebrovascolari, diabete ed arteriosclerosi.

Il progetto
Per realizzare i Nutra-snack, il progetto prevede una parte di ricerca di base: dalla selezione degli organismi fotosintetici (piante ed alghe), all’individuazione delle condizioni colturali in vitro per la produzione dei metaboliti di interesse fino alla messa a punto di tecniche di estrazione compatibili con l’alimentazione umana. Nella parte di ricerca applicata, verranno sviluppati biosensori e bioreattori necessari per l’analisi e la produzione su larga scala del materiale vegetale da utilizzare come materia prima per realizzare i nutraceutici.
Lo snack (o spezzafame) è parte della dieta alimentare dei giovani e di chi pratica sport. Inizialmente, i Nutra-Snacks, che verranno prodotti dalla ditta Also-Enervit, saranno proposti a un target giovanile e dovranno soddisfare questo target di consumatori, con gusti apprezzati proprio dai giovani: cacao e alcuni tipi di frutta. Successivamente, la Also-Enervit lavorerà con il Cnr ad un prodotto per la prima colazione.

Redazione Staibene.it – maggio 2007
Redazione Staibene

agroxy.com/prodat/otrubi-470/dnepropetrovskaya-obl

Нашел в интернете нужный веб сайт с информацией про https://topobzor.info.
}