• Sii sano

1.352 visite

Cosa puoi fare ogni giorno

Cosa puoi fare ogni giorno
Fa star male con se stesse. Causa infelicità e insicurezza, oltre a esporre alle inevitabili critiche maschili e femminili. Contro un nemico così, una strategia basata su una sola arma non basta: la cellulite va attaccata su più fronti. Quali? Semplice: tutti gli aspetti della vita quotidiana. Dalla tavola all’attività fisica, dalle ore di sonno ai vizi (fumo, alcol ecc.), dal modo di vestirsi a quello in cui ci si lava al mattino. Insomma: si tratta di agire sugli stili di vita, scudo indispensabile per ogni tipo di prevenzione. Il modo in cui intervenire, però, varia di persona in persona, secondo il tipo di organismo e, naturalmente, in funzione delle abitudini di ciascuno.
Ci sono tuttavia regole valide per tutti. Alcune riguardano la fase della prevenzione, altre quelle della guerra vera e propria alla cellulite.

Se vuoi prevenirla…

1) Fai il possibile (anzi, l’impossibile) per mantenerti vicina al tuo peso forma. Meno chili di troppo avrai addosso, meno pericoli correrai che la cellulite si formi. Non solo: visto che la cellulite tende a mescolarsi all’adipe, diventerebbe difficile distinguere tra i cuscinetti di grasso e quelli di cellulite (o quelli composti addirittura dell’uno e dell’altra).

2) Se non hai problemi con i capillari superficiali, usa spesso acqua molto fredda (l’ideale sarebbero i cubetti di ghiaccio) per frizionare ogni giorno subito dopo la doccia fianchi, glutei e ogni altra zona “a rischio”.

3) Non pensare che una semplice crema, per quanto specifica, possa da sola risolvere il problema sul nascere: i cosmetici, specie quelli a base di edera, alghe, centella asiatica, caffeina, stimolano la circolazione e favoriscono lo scioglimento dei cuscinetti superficiali. Ma non fanno miracoli.

4) Via libera ai bagni di vapore, alla sauna (se le vostre condizioni di salute lo consentono) e agli scrub, i trattamenti esfolianti professionali. Sono un buon modo per eliminare parte delle tossine dal tuo corpo, soprattutto quelle che tendono ad annidarsi nei tessuti, trasformandosi poi in cellulite.

5) Combatti in tutti i modi la ritenzione idrica, principale responsabile (insieme con gli ormoni estrogeni) della cellulite. Quindi, muoviti quanto più possibile: se non sei sportiva, datti da fare con le faccende di casa, cammina tanto, riscopri quella vecchia passione per il bricolage…

Se invece devi combatterla
E se la cellulite è invece già arrivata? E se magari l’hai trascurata per troppo tempo? Anche in questo caso, ci sono regole che possono aiutarti a combatterla in modo efficace.

1) Una buona circolazione sanguigna è la chiave per rallentare, se non proprio bloccare, l’evolversi della cellulite. Concentrati sui piedi: pediluvi in acqua salata, bagni caldi e freddi e massaggi plantari con una pallina da tennis saranno un toccasana.

2) Cambia modo di fare la doccia al mattino: per meglio stimolare la microcircolazione, alterna getti di acqua fredda e calda, in senso circolare, partendo dal basso verso l’alto: prima i piedi, poi le gambe, infine i glutei e i fianchi. Aiutati frizionando il corpo con un guanto di crine.

3) Lo stress e una vita frenetica sono alleati di cuscinetti e pelle “a buccia d’arancia”: rallenta un po’. Soprattutto, cerca di dormire almeno otto ore per notte: da distesi l’organismo, oltre a rigenerarsi, si depura meglio.

4) Fatti insegnare dall’estetista i movimenti giusti per un automassaggio casalingo: dieci minuti al giorno, mentre stendete l’anticellulite, renderanno la crema ancor più efficace.

5) I trattamenti estetici professionali rappresentano un valido sostegno alla terapia-urto anticellulite: dal linfodrenaggio manuale agli ultrasuoni per sciogliere adipe e cuscinetti, fino alla carbossiterapia, la tecnica che introduce sotto la pelle dell’anidride carbonica che rompe le cellule adipose, rendendole più facilmente eliminabili.

Redazione Staibene

У нашей организации важный веб портал про направление Купить диплом https://ry-diplomer.com/kupit-diplom-vratcha
https://agroxy.com

http://agroxy.com
}