• Sii sano

706 visite

Cozze e vongole, 10 regole per sceglierle e mangiarle senza rischi

Cozze e vongole sono, senza concorrenti, le vere regine delle tavole estive in Italia,  dove, pochi lo sanno, siamo il secondo produttore mondiale dl vongole veraci dopo la Cina ed il terzo produttore di cozze dopo la Cina e la Spagna.

Ma, insieme agli altri molluschi bivalvi (cozze, vongole, ostriche, capesante, telline, canestrelli), sono un prodotto molto delicato, che viene venduto vivo e sul quale esiste una rete di controlli sanitari che deve garantire il consumatore dai rischi anche mortali,

L’identikit dei molluschi presenti in Italia – fonte: Istituto Zooprofilattico Venezie

come accadde in quel terribile agosto del 1973 quando a Napoli, scoppiò un’epidemia di colera, proprio a casa di cozze contaminate.

Ma cosa deve fare un consumatore per acquistaree  mangiare i molluschi bivalvi senza incorrere in rischi per la salute?Le linee guida realizzate dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie si è fatto carico di stilare una guida al consumo sicuro dei molluschi, nella quale sono descritti i principali problemi sanitari dei molluschi bivalvi, la filiera di produzione e i controlli ufficiali e le indicazioni dettagliate per un consumo sicuro.

 

 

Leggi anche: Frutti di mare…., e la dieta ringrazia

 

Quali sono i molluschi bivalvi

Per molluschi bivalvi si intendono gran parte di quei frutti di mare che allietano molti piatti della cucina estiva.

In particolare:

  • Cozze
  • Vongole
  • Ostriche
  • Telline
  • Capesante
  • Cannolicchi
  • Lupini
  • Fasolari
  • Canestrelli

Sono molluschi filtratori, ed è questa la caratteristica che li rende rischiosi. Infatti, si nutrono di particelle sospese nell’acqua concentrandole nei tessuti e negli apparati. Per questo motivo se le acque sono contaminate i molluschi possono accumulare agenti patogeni e costituire un rischio alimentare per l’uomo.

I più consumati in Italia sono le cozze e le vogole. Le cozze crescono in ambiente salmastro ma anche in mare, su scogli o su sistemi galleggianti e sono allevate in sospensione. Le vongole invece crescono solo in laguna e sono detti ”fessori” perchè stanno sul fondale sabbioso.

 

Leggi anche: Le mille ( e sconosciute) virtù alimentari delle cozze

 

Dove acquistare i molluschi ( segue…)

Tag:
Bruno Costi
direzione staibene.it

}