• Sii sano

797 visite

Creme dopo sole, le regole da seguire

Dopo una giornata al mare, tra salsedine e solleone, la pelle sarà forse più ruvida e a squame. Niente paura: le creme solari sono state inventate apposta per eliminare le ruvidezze. E rimediare ai danni del sole. Ecco allora qualche regola da seguire.

1) Non sottovalutare i pruriti, al corpo, braccia o gambe che siano. Sono una richiesta d’aiuto della pelle quando è irritata. Potrebbe anche trattarsi di allergia: ma poiché questo capita solo con i prodotti usati per la prima volta, facile che sia davvero solo un’irritazione "da desquamazione" o, per dirla come i dermatologi, "da cemento intercellulare alterato".

2) Per far durare a lungo la tintarella: niente bagni caldi (meglio una doccia tiepida) né prodotti schiumosi (inaridiscono la pelle ancora di più), scrub o sfregamenti. Meglio massaggiarsi delicatamente con un olio.

3) Cosa fare in caso di macchie scure: tutto dipende dalla vostra età; sotto i 50 anni ignoratele: nel 90% dei casi si schiariscono da sole, e se non vanno via del tutto potete sempre andare dal dermatologo a farvele cancellare col laser. Dopo i 50 vanno via lo stesso … ma sappiate che torneranno con la prossima abbronzatura. Potreste usare una crema schiarente, ma dovrete essere pazienti: sono creme che fanno effetto dopo due o tre mesi di uso costante, due volte al giorno. In questi casi, poi, anche il laser non dà (mai) risultati al 100%.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

best-cooler.reviews/big-does-not-means-the-best-best-small-coolers-for-you/

www.agroxy.com

элеваторы полтавской области
}