• Sii sano

1.982 visite

Denti da latte nei neonati

La dentizione è un processo che può avere inizio in maniera improvvisa a partire dal secondo mese di vita

denti da latte nel bambino

Già durante la sesta settimana di gravidanza comincia a formarsi la lamina dentale, da cui partono gli abbozzi dei denti da latte nelle gengive e questi, come tutte le altri parti del corpo, seguiteranno a maturare con la crescita.
Anche la bocca del bambino deve essere pulita con cura perché le colonie dei batteri, che si formano sulle gengive, sono dello stesso tipo che si ritroveranno sui primi dentini e poi su quelli permanenti. Nei neonati la bocca va controllata per verificare che non ci siano infezioni tipo “mughetto”.
I denti sono fatti di smalto, dentina e polpa, quelli di latte sono venti, quelli permanenti sono trentadue e dovremmo conservarli tutta la vita, ecco perché sono importanti le cure giuste sin dalla prima infanzia.
Il nemico giurato dei denti è la carie. In bocca ci sono molti batteri che si riproducono e organizzano in placca batterica. A contatto con gli zuccheri formano un acido così corrosivo che a lungo andare corrode lo smalto. Perché si verifica? Perché l’igiene è incompleta o imperfetta. Anche i dentini da latte, più piccoli e bianchi rispetto a quelli permanenti, non vanno mai trascurati.
A circa sei mesi spunta il primo dentino incisivo inferiore, ma non va presa come una regola fissa. Quando c’è l’eruzione il cappuccio gengivale si infiamma ed è bene passarvi sopra una garza sterile per detergerla, in seguito potrete pulirli anche con uno spazzolino di nailon soft e un po’ di dentifricio al fluoro.
Molti genitori si chiedono se il dente che spunta fa male. No fa un taglio nella gengiva ma erompe gradualmente. Un’altra preoccupazione affligge spesso la mamma: il bambino ha la febbre ed è agitato perché gli stanno spuntando i dentini. Va considerato che l’eruzione dei denti avviene in un momento di accelerazione della crescita e qualche volta durante questo periodo ci può essere un rialzo febbrile, di cui non bisogna troppo preoccuparsi.

Anche rispetto al succhiotto ci sono diverse posizioni. Ai bambini piace mettere qualche cosa in bocca soprattutto quando stanno per spuntare i primi dentini, perché sentono un gran bisogno di sfregarsi le gengive, di passare sopra qualche cosa di duro, come se provocandosi un piccolo dolore ricevessero un sollievo. Va considerato che la suzione del dito è molto più pericolosa per i denti perché li porta in fuori e ha molta forza per farlo. In ogni caso va bene il succhiotto ma mai, mai con il miele rosato per alleviare il dolore, che rimane in bocca per molte ore al giorno e viene continuamente bagnato nel miele, perché questo impacco dolce porta alla distruzione dei denti.

Tenete a mente che i denti da latte si cariano ancora più facilmente di quelli permanenti e sarà vostra cura aiutare il bambino ad esercitarsi con lo spazzolino di naylon soft a partire dai due anni, dopo ogni pasto. Se il bambino si rifiuta utilizzate una garzina come quando era neonato per rimuovere tutti i resti di cibo, per evitare la formazione della placca.

E’ bene ricordare, infine, che la dentizione è un processo che può avere inizio in maniera improvvisa a partire dal secondo mese di vita, ma non sempre segue regole ferree. I genitori devono considerare le informazioni che seguono sullo sviluppo dei denti come valore orientativo.

Da 1 a 3 mesi

da 1 a 3 mesiAlle mamme piace avere almeno un’indicazione di massima relativa alla prima eruzione dei dentini da latte. Ricordiamo che si tratta di indicazioni di massima, che possono variare a seconda di vari fattori.

I primi abbozzi di denti compaiono intorno alla 6° settimana di gravidanza. In questo periodo si forma la lamina dentale che poi  che sarà la futura arcata dentale. Pian  piano questa struttura si differenzi sempre di più fino a formare il vero dente, che però alla nascita è ancora nascosto dalle gengive.

In genere i dentini da latte spuntano tra il 6° e l’8° mese, tuttavia ci sono casi eccezionali di bambini che nascono con un dentino, altri che vedono spuntano il primo dentino intorno ai 4 mesi.

Da 4 a 6 mesi

da 4 a 6 mesiA quest’età al bambino dovrebbero spuntare gli incisivi centrali e laterali.
Spunta anche il primo degli incisivi inferiori.

Alle mamme piace avere almeno un’indicazione di massima relativa all’ eruzione dei dentini da latte.

Ricordiamo che si tratta di indicazioni di massima, che possono variare a seconda di vari fattori.
I denti da latte sono 20 e si indicano con il numero romano (I, II, III…) in base all’ordine di distribuzione sull’arcata, a partire dalle linea di mezzo posta tra gli incisivi centrali

Da 7 a 9 mesi

da 7 a 9 mesiIl piccolo deve avere 4 denti anteriori superiori.
Al piccolo spuntano gli incisivi centrali e laterali, il primo degli incisivi inferiori e il primo degli incisivi superiori
Ricordiamo che si tratta di indicazioni di massima, che possono variare a seconda di vari fattori.

Il bambino in questo periodo potrebbe sbavare molto. Il motivo? Lo stiramento della gengiva e il senso di prurito provocato dal dentino provocano una maggiore salivazione. Il bambino potrebbe avere bisogno anche di mordere oggetti duri, assecondatelo offrendogli una carota, uno spicchio di mela. Allevia il fastidio sulla gengiva e favorisce l’uscita del dentino.

Da 12 a 23 mesi

da 12 a 23 mesiAl piccolo spuntano i primi molari.
Ricordiamo che si tratta di indicazioni di massima, che possono variare a seconda di vari fattori.

Il dente emerge gradualmente senza procurare ferite, il bambino però può avvertire una sensazione di pulsione che può procurargli dolore e che lo rende più irritabile del solito.

Si può massaggiare la gengiva con una garza imbevuta di acqua fredda, o dargli da mordere dei giocattoli appositi che si raffreddano in frigorifero

24 mesi

24 mesiIl piccolo ha la dentatura da latte completa.
Ricordiamo che si tratta di indicazioni di massima, che possono variare a seconda di vari fattori.

La salute dei denti dipende anche dal tipo di alimentazione. Il consiglio perché i vostri bambini abbiano denti sani? Offrirgli frutta e verdura ricchi di vitamine e minerali che prevengono la carie. Limitare al minimo i dolci e favorire il consumo di yogurt naturale, non zuccherato.

25 mesi - 3 anni

24 mesi 3 anniIn questa fascia di età al bambino cominciano a spuntare i secondi molari.

A 2 anni e mezzo il bambino ha tutti i venti i denti da latte: otto incisivi, quattro canini, otto molari.

Ricordiamo che si tratta di indicazioni di massima, che possono variare a seconda di vari fattori.

Attenzione alla carie anche in questa fascia di età. Uno dei motivi più frequenti è l’abitudine a proporre il biberon come mezzo per farli stare tranquilli. Il latte e il succo si trasformano in acido che corrode lo smalto. Un consiglio? Non fatelo addormentare con il biberon in bocca.

4 anni

4 anniIntorno ai 3/4 anni è bene fare una visita di controllo dal dentista. Attenzione perché la prima visita potrà influenzare l’attitudine del bambino a farsi controllare e curare per il resto della vita. La cosa migliore è portarlo insieme a voi quando non ne ha bisogno. In questo modo familiarizzerà con l’ambiente.

In questa fascia di età il bambino non deve trascurare la pulizia dei denti. Fin dall’inizio può imparare l’uso dello spazzolino e del dentifricio. Può imparare a passare lo spazzolino con un movimento rotatorio dalla gengiva verso il dente e viceversa.

Tag:
Redazione Staibene

best-cooler.reviews
}