• Sii sano

843 visite

Pene e sesso: quanto contano le “dimensioni” nel piacere della donna

Se lui ha misure giuste, l’orgasmo di lei A? piA? facile

Il sesso viene meglio e dà più piace alla donna se il pene è grande, se è lungo, o se è largo? Il piacere àche lui può dare a lei è una questione di quantità o di qualità?

LA?eterna querelle attorno allA?importanza delle dimensioni del pene si arricchisce di un nuovo capitolo ma questa volta non sono le chiacchiere tra amiche o qualche rubrica di confidenze intime fra donne ad occuparsene bensà uno studio scientifico che àviene dalla Scozia e si è occupato del tema .

Lo psicologo Stuart Brody ,infatti, ha condotto uno studio ad hoc per cercare di dare una sua risposta al problema ed i risultati della sua indagine sono stati pubblicati sull’autorevole rivista scientifica “Journal of Sexual Medicine”.

 

Il tuo pene è sopra o sotto la media? Controllalo con il check up

 

La dimensione del pene conta…

 

Contrariamente alle tesi, diciamo così, “più romantiche” per le quali àpiccolo o grande non conta ma ciA? che conta è l’amore e il sentimento e null’altro,, lo studio segna invece un punto a favore di chi sostiene che sà, le dimensioni del pene contano eccome per la donna.

Lo psicologo ha certificato che le donne che hanno frequenti orgasmi vaginali raggiungono il piacere con un pene di dimensioni più larghe, smentendo la vulgata secondo cui non contano le misure, ma l’uso che se ne fa.

Brody, docente presso la West of Scotland University, ha intervistato un campione di 323 studentesse sulla tipologia dei loro rapporti sessuali, soffermandosi in particolare su quanto le dimensioni del pene del partner avessero inciso sulla qualità dell’attività sessuale e sul raggiungimento del piacere.

Ne è emerso che le studentesse con una maggiore quantità di orgasmi erano quelle che avevano avuto rapporti con peni di grosse dimensioni.

 

Leggi anche: Le posizioni del sesso che fanno bene a lei

 

Gli aspetti tecnici della penetrazione
L’indagine aveva una serie di quesiti, per così dire ,tecnici, diretti ad indagare àl’effetto dei vari tipi di penetrazione nella stimolazione delle zone erogene innervate degli organi genitali femminili, indagando di conseguenza anche sulle posizioni del sesso che si accompagnavano alle esperienze. Le posizioni infatti sono infatti il presupposto di differenti stimolazioni che il pene esercita sulle aree vaginali della donna.

Ebbene, secondo Brody, lo studio evidenzia la maggiore capacità da parte dei peni più grandi di stimolare l’intera zona della vagina e della cervice.

Nonostante la scientificità della ricerca, comprovata dalla pubblicazione su una delle più importanti riviste specialistiche del settore, molti sessuologi ne contestano perA? sia la metodologia utilizzata che i risultati. Secondo alcuni, lo studio di Brody rischia di condizionare negativamente i giovani, che non si sentono troppo soddisfatti delle loro dimensioni.

 

Leggi anche: Coppia nevrotica? La soluzione è ..tanto sesso

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

У нашей фирмы полезный портал на тематику богатые люди мира.
У нашей фирмы важный интернет-сайт на тематику alpari личный кабинет.
https://cafemarseille.com.ua
}