• Sii sano

1.760 visite

Dolori della crescita, manuale per non preoccuparsi

Come riconoscere i sintomi di un vero problema ortopedico nei bambini da un normale disturbo legato alla giovane età

Dolori della crescita. È una locuzione che ci portiamo dietro fin da piccoli, quando i nostri genitori, di solito i nonni, tendono a minimizzare i problemi dei ragazzini in età dello sviluppo come qualcosa di collegato proprio al periodo dell´adolescenza e della pubertà. Destinato, come tale, a passare da solo, con il tempo.
Chiariamo subito: non è un atteggiamento sbagliato. Molti di questi dolori sono osteocondrosi giovanili: infiammazioni delle delicate cartilagini di accrescimento, che si autolimitano e scompaiono con un po´ di riposo e blaridi antinfiammmatori senza lasciare conseguenze.
Ma non tutti i dolori hanno decorso favorevole. Alcuni nascondono patologie più serie a vanno attentamente distinti. Ecco perché sarebbe opportuno che bambini e adolescenti in età scolare venissero sottoposti a una visita di controllo dall´ortopedico. Cosa che invece accade molto di rado, nella media delle famiglie italiane.
Ci sono invece almeno tre situazioni, infatti, che richiedono un´attenta valutazione specialistica per prevenire eventuali complicanze ortopediche:

  1. la comparsa di un dolore articolare, muscolare o scheletrico;
  2. una predisposizione familiare allo sviluppo di paramorfismi come scoliosi e alluce valgo;
  3. lo sviluppo di posture e appoggio plantare scorretti.

Se si escludono dolori passeggeri e di poco conto come quelli  conseguenti all´accumulo di acido lattico nei muscoli, a piccoli urti e traumi frequenti nei bambini in continua attività ludica e sportiva ogni disturbo doloroso andrebbe attentamene sottoposto allo specialista.

Redazione Staibene

agroxy.com/prodat/jachmen-102/poltavskaya-obl

np.com.ua

одноразовые пеленки
}