• Sii sano

834 visite

Se la dieta è troppo stretta, rischi le fratture

Uno studio inglese: svela che regimi alimentari troppo rigorosi aprono la strada all’osteoporosi: 1 donna su 6 si frattura l’anca

Il ricorso alla dieta come mezzo per dimagrire è una scelta tipicamente femminile e spesso accade che la dieta cominciata sia quella che arriva dal passaparola delle amiche o dalla lettura frettolosa di una dieta miracolosa sfogliata su una rivista dal parrucchiere. Nell’uno come nell’altro caso, generalmente la donna ricorre poi al più empirico degli strumenti: il semidigiuno, tanto efficace quando dannoso alla salute.

La conferma che le diete improvvisate fanno davvero male viene da uno studio inglese il quale aggiunge una sottolineatura importante che tiguarda anche le diete meno improvvisate: se le diete sono troppo rigorose, i rischi per la donna a dieta sono molto maggiori.

Secondo lo studio scientifico inglese , infatti,  diete troppo rigorose mettono a rischio la salute e la fragilità delle ossa, aprendo la strada all’osteoporosi, che è proprio la malattia delle ossa fragili perchè povere di calcio. 

La fragilità ossea, nella donna è molto frequente e quasi genetica. La dfnna comincia a perdere calcio nelle ossa già dopo i 30 anni e l’impoverimento di calcio cresce quando entra in menopausa, come conseguenza di una variazione ormonale importante nell’organismo femminile.

E’ anche accertato che l’unico efficace metodo di reintegrare le quantità di calcio che ogni giorni perdiamo con il sudore e le urine è l’alimentazione corretta,  ricca di alimenti che contengono calcio.

Se alla naturale predisposizione alla carenza di calcio,  la donna aggiunge anche una dieta poco attenta al contenuto di calcio, la situazione non può che mettere a rischio la salute e aumentare il rischio di osteoporosi.

La ricerca, realizzata dall’organizzazione non governativa National Osteoporosis Society, ha  infatti evidenziato che la fragilità delle ossa è direttamente collegata al tipo di alimentazione, alla quantità di cibo che assumiamo e all’equilibrio dei pasti.

Ed ha accertato che una donna su sei che segue una dieta molto stretta, corre il rischio di fratturarsi un’anca. 
I ricercatori dell’organizzazione inglese consigliano dunque di non affidarsi alle diere improvvisate e comunque anche di fronte a diete rigorose e prescritte da esperti nutrizionisti, di verificare che la composizione del regime alimentare sia rispettosa del profilo specifico del destinatario.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

babyforyou.org/

https://granit-sunrise.com.ua

www.fiat.niko.ua/
}