• Sii sano

1.123 visite

Fobie, perché non bisogna temerle

Come conviverci senza drammi o liberarsi delle fissazioni più comuni

Le consideriamo follie da star di Hollywood. E invece le fobie sono qualcosa di molto più diffuso e comune di quanto si possa pensare. C’è chi è terrorizzato dai cani o dagli insetti, chi non mette piede
Cosa scegliere alla macchinetta degli snack di staibene

Come si curano le fobie
Ci sono due strade per vincere le fobie. La prima è una terapia cognitivo-comportamentale, che consiste nell’immaginare di avvicinarsi gradatamente (o di farlo davvero) all’oggetto o alla situazione di cui si ha paura. L’altra via sono i farmaci, che però servono a combattere i sintomi (come l’ansia), non a eliminare il problema. E comunque, i medicinali sono più efficaci se affiancati da una terapia psichiatrica.
E il fai-da-te? Riuscire a liberarsi da soli di una fobia non è mai facile, perché questi comportamenti si impongono sulla volontà di chi li subisce e dunque il pensiero razionale non basta. Tuttavia, se non sono troppo presenti nella vostra vita quotidiana, si può provare a fronteggiarli con qualche contromisura:

1) Provate una tecnica di autorilassamento (training autogeno o yoga);
2) lasciate andare la mente a ricordi positivi;
3) telefonate o uscite con un amico;
4) modificate le vostre abitudini (orari, percorsi, punti di riferimento);
5) prestate più attenzione agli altri, per non concentrarvi troppo su voi stessi.

(Valentino Maimone)

Redazione Staibene

www.coop-menkyo.jp

http://pills24.com.ua
}