• Sii sano

856 visite

Fumo, l’età più a rischio per cominciare

Qual è il momento della vita in cui un ragazzo è tentato dalle sigarette

La prima sigaretta, spesso, non è quella che spalanca definitivamente le porte del vizio del fumo. Ma è altrettanto certo che c´è un´età della vita in cui si è maggiormente esposti al rischio di cominciare a fumare. Può accadere a qualunque età, ma da giovani è più facile. Ora uno studio scientifico ha individuato un momento più delicato di altri. Scoprendo anche almeno due fattori che contribuiscono ad aumentare i pericoli di avvicinarsi alle sigarette.

Prima del liceo
I giovanissimi hanno maggiori possibilità di iniziare a fumare se genitori e amici hanno il vizio del fumo. Un´influenza negativa che risulta maggiore nella fase di passaggio dalle scuole medie inferiori alle superiori. Prima di accedere al liceo i ragazzi appaiono più vulnerabili ad emulare i comportamenti a rischio dei propri compagni e di mamma e papà, gli ultimi continuano ad esercitare un impatto negativo sul rapporto con le sigarette dei figli anche durante l´intero percorso scolastico superiore.

Lo studio
È la tesi di una nuova ricerca pubblicata sulla rivista "Journal of Adolescent Health", promossa da Yue Liao della Keck School of Medicine della University of Southern California (negli Stati Uniti).
I risultati hanno confermato che, nel complesso, il ricorso alle sigarette degli amici e dei genitori ha effetti significativi sulla propensione a fumare degli adolescenti sia in fase di scuola media sia durante la scuola superiore. Tuttavia, mentre l´influenza degli amici è generalmente più elevata alle scuole media, l´influenza dei genitori è relativamente stabile per tutto il liceo.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

https://topobzor.info
}