• Sii sano

1.270 visite

Gli attacchi di panico si possono prevedere

Uno studio scopre che già da un’ora prima delle crisi compaiono piccoli segnali che ne anticipano l’arrivo. Ecco quali sono

Se pensate che gli attacchi di panico siano un fenomeno che si presenta all’improvviso, cogliendo il malcapitato alla sprovvista e gettandolo nell’ansia e nel terrore difficilmente fronteggiabili, siete fuoristrada.
 
Per quanto infatti queste crisi possano sembrare improvvise e prive di avvisaglie, in realtà prima di presentarsi danno qualche segnale del loro avvicinarsi.

È la tesi di un nuovo studio appena pubblicato sulla rivista scientifica , secondo cui già da un’ora prima dell’attacco di panico si verificherebbero nell’individuo impercettibili cambiamenti fisiologici collegati indissolubilmente alla crisi.

Crisi di ansia in arrivo

La ricerca, condotta da Alicia Meuret della Southern Methodist University di Dallas, negli Usa, ha monitorato per un’intera giornata 43 pazienti affetti dal disturbo cronico. I soggetti hanno indossato degli speciali misuratori che registravano l´andamento di alcuni parametri collegati agli stati d´ansia, come il respiro e il battito cardiaco.

Leggi anche: L’ansia si può vincere? Ecco come fare

L´analisi dei dati ha permesso di individuare cambiamenti che si verificano a partire da 70-60 minuti prima che si abbia un attacco e che sono assenti quando questo non compare. Novità interessante è che queste alterazioni sono inconsapevoli per il paziente.

“Queste conoscenze anticipate potrebbero aiutarci a capire quando e come trattare in anticipo il disturbo”, spiega Meuret.

Leggi anche: Tachicardia, cosa succede quando il cuore batte troppo

I sintomi degli attacchi di panico

Secondo la medicina, gli attacchi di panico sono caratterizzati da 10 sintomi. Vediamoli nel dettaglio:

  1. mancanza di respiro;
  2. accelerazione del battito;
  3. vertigini;
  4. dolore toracico;
  5. sudorazione;
  6. vampate di calore;
  7. tremore;
  8. senso di soffocamento;
  9. nausea;
  10. torpore.

Come reagisci all’ansia ed allo stress? Fai i test 

Redazione Staibene

}