• Sii sano

1.935 visite

I 20 migliori cibi da mettere in tavola in inverno

I 20 migliori cibi della tavola invernale, per difendersi bene dal freddo e dai mali di stagione: ecco quali sono e i consigli per cucinarli.

cibi

Esistono 20 cibi della tavola invernale che possono essere la miglior cura preventiva per starnuti, naso chiuso e influenza. Sapevate che il modo migliore per combatterli a tavola è fatto di tre ingredienti fondamentali? Pollo, aglio e cipolla. E conoscete le proprietà degli ortaggi di stagione per evitare i mali di stagione?  Sapevate tutto anche sulle arance, ma sul baobab?

Ma andiamo per ordine…

 

Brodo di pollo contro il raffreddore



Se il raffreddore è già arrivato, preparate un brodo di pollo. La cisteina contenuta in questo brodo aiuta a fluidificare il muco dei bronchi, l’aglio e la cipolla, invece, servono a rinforzare l’organismo dall’attacco dei virus influenzali e parainfluenzali. Una spolverata di peperoncino aggiunto a fine cottura contribuirà a proteggere dall’infiammazione.

La ricetta

Gli ingredienti che vi occorrono sono:
400 g di pollo; ½ cipolla; 1 spicchio di aglio; 2 pomodorini; un pizzico di peperoncino in polvere; 1 mazzetto di prezzemolo; sale q.b.
Metteteli tutti in una pentola con ½ litro di acqua e fate bollire per circa 1 ora.

Se vuoi qualche idea sulle ricette anti freddo che sono anche dietetiche clicca qui

 

Carote e miele per salvare la voce

Se oltre ad avere il raffreddore, vi si è abbassata la voce provate con un “rimedio della nonna”: un centrifugato di carote fresche e un cucchiaino di miele da bere durante la giornata.

 

Un´idea naturale anti tosse

La fastidiosa tosse può essere sedata bevendo il succo di un limone con un cucchiaio di miele, mentre sembra addirittura che tagliare delle fette di patata e metterle sulla fronte fermate con un foulard possa aiutare contro il mal di testa da influenza.

 

Sai come affrontare la tosse? Scoprilo con IL TEST

 

Gli ortaggi ok contro raffreddore e & Co.

Esistono alimenti che aiutano l’organismo a prevenire le malattie tipiche della stagione invernale ed eventualmente farle durare meno quando si presentano. Quali sono questi alimenti? Anzitutto nelle verdure invernali. Fanno tutte molto bene all’organismo, ma soprattutto quelle ricche di vitamina A, che si trova in:

  • spinaci
  • cicoria
  • zucca
  • fagiolini
  • ravanelli
  • zucchine
  • carote
  • broccoletti

Ci sono poi i legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche): oltre che appetitosi, contengono ferro e sono anche ricchi di fibre, utili per aiutare l´organismo a smaltire i sovraccarichi di cibo e migliorare la funzionalità intestinale.

C’è poi un motivo in più per consumarli. Le zuppe calde a base di legumi innalzano la temperatura corporea e ci espongono meno alle aggressioni delle malattie quando le colonnine di mercurio scendono.

 

Leggi anche: Tutte le proprietà delle  verdure invernali

 

Le arance e… il baobab contro il freddo

Delle proprietà delle arance per prevenire i mali della stagione invernale, si è detto quasi tutto, ma una novità c’è: una ricerca italiana, condotta da due dipartimenti dell’Università di Bologna e pubblicata sulla rivista scientifica “European Journal of Nutrition”, ha dimostrato che quelle bio proteggono meglio contro i danni ossidativi al livello cellulare.
È stato riscontrato infatti che le arance di produzione biologica hanno una quantità maggiore di composti fitochimici (come i composti fenolici, le antocianine e l’acido ascorbico), una maggiore attività antiossidante e una più alta bioattività rispetto alle arance rosse tradizionali.
La ricerca ha dimostrato che alcuni prodotti alimentari derivanti da agricoltura biologica sono più salubri dei corrispettivi alimenti derivanti da agricoltura tradizionale.

 

Leggi anche: Tutti i segreti dell’arancia 

 

Baobab, l´alternativa alle arance bio

Se avete l´influenza e la febbre è alta, è consigliabile bere almeno 6 bicchieri di liquidi al giorno. Al posto del classico succo di arancia, però, provate quello di baobab: l’estratto si acquista in erboristeria ed è ricchissimo di vitamina C.
Di questa grande pianta africana, conosciuta come l’albero della vita, la corteccia, utilizzata come decotto, combatte la febbre e viene adoperata per combattere infiammazioni dell’apparato digerente. Ma le virtù del baobab non finiscono qui: la polpa disidratata è una miniera di vitamina C: in 100 g ce ne sono circa 300 mg (sei volte la quantità contenuta in un’arancia!).
Per non parlare delle fibre: fino a 45 g in un etto di prodotto. Per chi volesse provare, la polvere si assume la mattina a digiuno: sciolta in un bicchiere d’acqua o di latte, regala una sferzata di energia al sistema immunitario utile per affrontare i rigori invernali.

 

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

www.medicaments-24.net

В интеренете нашел нужный портал , он описывает в статьях про www.profshina.kiev.ua.
У нашей организации популярный портал на тематику https://vy-doctor.com.ua.
}