• Sii sano

580 visite

I comportamenti tipici dell’eterno fanciullino

Per i Peter Pan la dimensione magica è quella dell’infanzia, dove è possibile ottenere tutto ciò che si vuole, dove la realizzazione dei propri desideri avviene senza fatica né ostacoli.
Chi soffre della sindrome di Peter Pan, se messo di fronte a problemi concreti,  trova il modo di evitarli, scappando. Rinuncia ad affrontare quelle tappe significative della vita che implichino un investimento di forze o di energia, o di sacrificio della propria persona.

Chi è Peter Pan, dunque? E’ colui che pensa solo a se stesso, ama la propria persona più di qualunque altro e, per questo, non riesce a prendere in considerazione il punto di vista altrui. Alle sue spalle, spesso e per sua fortuna, c’è una figura (prima la mamma, poi la fidanzata e infine la moglie) che assume le responsabilità al posto suo

Ecco alcuni comportamenti tipici della personalità del Peter Pan:

  • la propensione al divertimento;
  •  la passione per giochi adolescenziali;
  •     la fuga dalle difficoltà;
  •     la ricerca di qualcuno che nella vita si prenda cura di lui
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

ссылка agroxy.com

рецепт круассанов

у нас renault.niko.ua
}