• Sii sano

877 visite

I sensi di colpa rendono depressi

Come avviene la rimozione dei traumi nel cervello di chi soffre di depressione

Alla base della depressione ci sono i sensi di colpa. L´ipotesi, a suo tempo formulata da Sigmund Freud, viene oggi confermata da uno studio condotto dai neuropsichiatri della Manchester University che hanno dimostrato, con l´aiuto della risonanza magnetica cerebrale, come nelle persone depresse, anche in fase di benessere, il cervello funzioni in modo diverso dai soggetti normali. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica “Archives of General Psychiatry”.

La rimozione dei traumi
Gli scienziati provano in pratica come funziona il meccanismo della rimozione dei traumi: nei soggetti depressi, soprattutto in quelli con un alto livello di odio nei confronti di se stessi, due aree del cervello, a differenza che nei soggetti normali, sembrano funzionare quasi per conto loro senza più sintonia. Sono il circuito limbico, una serie di strutture nervose dove sono elaborate le emozioni, e la corteccia temporale anteriore di destra dove si ricordano e si analizzano le situazioni sociali che ci riguardano. Sarebbe questa diminuzione del "dialogo" tra queste due strutture del cervello alla base del processo di "rimozione" dei traumi.
Come se, ricordando le teorie freudiane sull´argomento, nella corteccia temporale vi siano impressi quelle ferite psicologiche che il depresso continua a tenere lontane dai circuiti delle emozioni, come fece a suo tempo, per non soccombere all´angoscia.

Lo studio
I neuropsichiatri inglesi hanno fotografato le aree coinvolte nei processi cognitivi del cervello di 25 soggetti con storia di depressione confrontandoli con quelli di 22 soggetti che non avevano mai avuto sintomi del genere. Così hanno individuato le elaborazioni "fuori sintonia" delle due parti del cervello nella maggior parte dei depressi.

Redazione Staibene

www.www.kamod.net.ua

http://agroxy.com

kinder-style.com.ua/girls/verxnyaya-odezhda-dlya-devochek/
}