• Sii sano

612 visite

Ictus, i pessimisti rischiano di più

Pericolo doppio per le persone perennemente preoccupate

D´accordo, il carattere che abbiamo non ce lo siamo scelto. Ed è molto difficile cambiarlo, specie raggiunta l´età adulta. Se però vi dicessimo che un elemento tipico della vostra personalità vi espone maggiormente al rischio di incorrere in un ictus? È molto più di una semplice ipotesi, ma il risultato di uno studio scientifico presentato in occasione dell´ultimo meeting dell´American Stroke Association, a New Orleans (negli Usa): le persone che presentano un alto tratto di chiusura mentale e di introversione (e quindi comportamenti come eccessiva preoccupazione, pessimismo, paura e fatica) hanno una maggiore probabilità di incorrere in un ictus.

Rischio doppio
Lo studio ha preso in considerazione 1.082 adulti privi di demenza, classificati su una scala in grado di misurare il loro livello di introversione, preoccupazione ed eccessivo pessimismo. Le persone che hanno segnato un livello elevato di questo tratto della personalità hanno avuto un aumento del rischio di ictus, circa il doppio rispetto alla media. Il legame tra alti livelli di questo tratto della personalità e un aumento del rischio di ictus è rimasto anche dopo che alcuni ricercatori hanno preso in considerazione la funzione cerebrale e motoria, i fattori di rischio cardiovascolari e condizioni particolari come le nevrosi.
I risultati di questo studio, tuttavia, vanno considerati ancora come conclusioni preliminari: poiché l´indagine è stato presentata a un congresso medico, bisognerà attendere che gli stessi dati siano pubblicati su una rivista "peer-reviewed".

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

http://medicaments-24.com

swiss-apo.com/rezeptfrei/kamagra-brausetabletten-kaufen

Piple s5
}