• Sii sano

1.536 visite

Sesso troppo facile? Tornano di moda, divieti e tabù

Il sesso facile, che negli ultimi quarant’anni è stato il segno della rivoluzione sessuale e dei costumi, sta sta facendo riflettere psicologi psichiatri medici e sociologi sempre più numerosi nel convincersi che è stato un fallimento.

Per quale ragione? Perchè ha prodotto un calo generalizzato del desiderio, colpevole di aver allontanato le persone dalla sessualità. E contemporaneamente di aver indotto ad esplorare territori della sessualità sempre più estremi per trovare quel desiderio che, 40 anni fa, veniva scatenato anche solo dalla vista di una caviglia femminile.

Siamo dunque alla vigilia della controrivoluzione sessuale? Dal sesso facile, sempre permesso e ovunque, stiamo forse tornando a desiderare un po’ di proibito, di divieti e di tabù? Sono pertanto i divieti ed i tabù l’origine del desiderio sessuale?

Lo psicologo e sessuologo Peter Fiedler, docente di psicologia e psicoterapia clinica all’Università di Heidelberg, si è preso la briga di dare qualche risposta al riguardo giungendo alla conclusione che occorre fare un po’ di marcia indietro .

Intendiamoci: non sostiene che la rivoluzione sessuale, fecondata dai primi rapporti sulla sessualità del dopoguerra e scatenata poi dal Sessantotto, sia stata priva di effetti positivi che infatti lui ricorda: il maggior rispetto per la donna, l’assenza di giudizi sulle persone basati sull’orientamento sessuale, la fine delle coppie obbligate a convivere anche senza amore.

Tuttavia egli appare convinto che l’aumento dei disturbi sessuali registrato dalla medicina nell’ultimo quarantennio debba essere correlato all’aumento del permessivismo sessuale.

 

Com’è l’intesa sessuale con il tuo uomo? Scoprilo con IL TEST

 

 

Il calo del desiderio

Intanto lo studioso cita dati sorprendenti sul calo del desiderio: una stima della Società di andrologia – sostiene- indica che è triplicato negli ultimi 10 anni il numero di “coppie bianche”: partner fissi, sposati o conviventi, che hanno rinunciato ad avere rapporti intimi, scegliendo di vivere come fratelli, soprattutto nei centri urbani. Il Rapporto Asper (l’Associazione per lo studio della psiche in sessuologia) certifica che il calo della libido arriva ad una precoce pace dei sensi già intorno ai 40-50 anni, e tra i 18 e i 55 anni il 32% degli uomini ammette un calo del desiderio.

Controprova è la nascita di addirittura di AVEN“ un Forum” di asessuati , avviato negli Stati Uniti che oggi ha già 10 mila iscritti, 800 dei quali in Italia, che riunisce persone sessualmente normali, eterosessuali per il quale la castità non è né una virtù, come in altri termini predicava la Chiesa, né un comportamento della morale; è semplicemente un disinteresse consapevole per il sesso.

 

Leggi anche: Paura del sesso, dove nasce la sessuofobia

 

 

Perchè cala il desiderio ( segue)….

 

Bruno Costi
direzione staibene.it

}