• Sii sano

998 visite

Il bucato dopo le vacanze? Come scegliere la lavatrice giusta

Siete tornati dalle vacanze con valige piene di vestiti da lavare ed ecco che la tua compagna di fatiche ti ha abbandonato ed è da cambiare.

Oggi il web fornisce a chi cerca qualsiasi cosa, nel nostro caso un grande elettrodomestico, una vetrina enorme di prodotti e brand che rischiamo di fare confusione e spendere tanti soldi, anche più del dovuto in alcuni casi, per un prodotto che non soddisfa a pieno le nostre esigenze.

La scelta di una lavatrice nuova non va affatto sottovalutata, è uno degli elettrodomestici dal più alto consumo in termini energetici che possiamo trovare in casa, in oltre non necessita solo di energia ma ovviamente anche dell’acqua per effettuare i cicli di lavaggio. È importante quindi valutare attentamente l’acquisto analizzando tutte le caratteristiche e compararle con quelle che sono le nostre esigenze.

 

Meno spesa non è sempre sinonimo di risparmio

È utile fare una considerazione, la pesa da affrontare varia dalle poche centinaia di euro fino a superare le mille euro ma la lavatrice è un elettrodomestico destinato a durare anni ma allo stesso tempo può diventare delicato in soggetta ad incrostamenti di calcare, problemi di natura idraulica, elettrica e con le nuove tecnologie anche avarie di natura elettronica.

Bisogna quindi non fermarsi al prezzo ma considerare la totalità dell’efficienza e qualità dei materiali della lavatrice. In questo senso brand come Lg, Bosch e Samsung stanno investendo in modo deciso sulla ricerca di tecnologie innovative per migliorare il comfort, la qualità ed il consumo energetico delle proprie lavatrici.

In definitiva la vita di una lavatrice ben fatta può essere anche tripla rispetto ad una economica e negli anni il consumo energetico maggiore tenderà senza dubbio a ridurre sensibilmente la differenza di prezzo che c’è al momento dell’acquisto.

 

Consumo energetico

È senza dubbio l’argomento di maggiore attualità nel campo dei grandi elettrodomestici, Lg ha da poco presentato la Tecnologia Eco Hybrid sulle sue lavasciuga che permette a seconda delle esigenze di ridurre il consumo di acqua o la durata dei cicli di asciugatura. Interessantissima invece è la risposta delle al tema energia con al tecnologia QuickDrive presente sui modelli di punta del brand sud coreano; questo sistema si basa sulla rotazione indipendente di cestello e fondo dello stesso, una doppia rotazione quindi che promette una riduzione del tempo dei cicli di lavaggio che può raggiungere il 50%.

Le invece hanno battezzato una tecnologia dedicata al risparmio energetico e velocità dei cicli di lavaggio VarioPerfect. Selezionando le opzioni SpeedPerfect ed EcoPerfect è possibile ridurre i tempi di lavaggio fino al 65% e ridurre il consumo di energia fino al 50%. È inutile dire che queste tecnologie sono presenti in tutti i prodotti di ultima generazione dei brand citati che vantano tutti di una classe energetica A+++ In tema di risparmio un’altra caratteristica viene spesso sottovalutata da chi acquista, la capacità di carico.

Molti utenti in fase di acquisto scelgono lavatrici con capacità di carico inferiori per risparmiare sul prezzo di acquisto, questo però porterà nel quotidiano a dover effettuare cicli di lavaggio più frequenti e di conseguenza andare ad annullare il risparmio sulla spesa iniziale allo stesso modo di come avviene per la classe energetica.

 

Tecnologie futuristiche e comfort

È facile trovare ormai nelle lavatrici top di gamma dei marchi più importanti tecnologie che strizzano l’occhio al futuro. La domotica è una materia che è già da qualche anno al centro di ricerche su casa e comfort abitativo. Anche le lavatrici rientrano in questo campo con ricevitori wifi incorporati che permettono la connessione al router di casa per permettere all’utente di gestire i cicli di lavaggio e la scelta dei programmi anche quando siamo fuori casa semplicemente da un’applicazione scaricata sul proprio smartphone come ad esempio la tecnologia SmartThinQ di Lg che oltre alla gestione remota prevede la possibilità, grazie a Cycle Download, di scaricare o aggiornare i programmi per il lavaggio o di inviare direttamente al call center Lg la diagnosi della lavatrice in caso di problemi. Anche Samsung presenta caratteristiche simili ad Lg per quanto riguarda la gestione remota e la pianificazione dei cicli di lavaggio con l’aggiunta della sezione Lavaggio Ottimale che consiglia il programma più indicato in relazione del tipo di bucato ed intensità dello sporco.

Molti passi avanti sono stati fatti anche in materia di comfort e soprattutto sono state ridotte al minimo vibrazioni e rumore. Il sistema motore cestello infatti non prevede più la vecchia cinghia ma una connessione diretta del motore al cestello chiamata Direct Drive, un motore inverter ad alta efficienza garantito ben 10 anni sia per Lg che per Samsung: in questa pagina  era già stato approfondito qualche argomento.

 

Quale scegliere

Dopo una breve ricerca sulle decine di market online può capitare di trovarsi più spaesati di quando si è deciso di scegliere una nuova lavatrice, è importante quindi procedere per gradi e fare un quadro di quelle che devono essere le caratteristiche dell’elettrodomestico che soddisfa al meglio le nostre esigenze.

Per prima cosa un budget, è inutile passare ore a guardare video e sfogliare i siti di Samsung ed Lg per innamorarsi dell’ultimo ritrovato tecnologico per poi scoprire che costa 1600 euro e non potersela permettere.

Una volta stabilito il budget il nostro consiglio è quello di cercare i modelli di lavatrice in classe energetica almeno A++; una classe energetica inferiore è ormai al limite dell’obsoleto. Come già detto stiamo acquistando un elettrodomestico destinato a durare anni e di cui faremo un uso frequente; non ha senso risparmiare poche centinaia di euro per avere un prodotto inferiore e poi spenderli in energia nel giro di due o tre anni.

Abbiamo parlato della capacità di carico in relazione del consumo, la scelta deve essere comunque ponderata e relazionata allo stile di vita, una famiglia composta da sole due persone non avrebbe nessuna utilità ad acquistare una lavatrice con 12kg di capacità di carico, allo stesso modo per una famiglia di quattro persone rischia di essere una scelta dispendiosa un elettrodomestico dalla capacità inferiore ai 6/8kg.

La domotica e gestione remota della lavatrice è una chicca dei nuovi elettrodomestici ma  ovviamente influisce sul prezzo della lavatrice e se non abbiamo a casa una connessione wifi disponibile da utilizzare è inutile pagare di più per funzioni bellissime ma inutilizzabili.

Infine la garanzia non è da sottovalutare. Veder rompere un elettrodomestico dopo pochi anni e magari a pochi mesi dalla scadenza della garanzia non fa per niente piacere. Dieci anni di garanzia sul motore Direct Drive di LG e Samsung o i 10 di assistenza che Bosch offre per i motori EcoSilence Drive, di cui sono dotate le sue lavatrici, fanno stare un po’ più tranquilli gli acquirenti e denotano comunque una certa qualità di costruzione.

In definitiva, un giusto equilibrio tra qualità, prezzo e risparmio energetico non è per nulla un’utopia; basta solo sapere di cosa si ha bisogno e seguire i consigli egli addetti ai lavori, comparando funzioni, caratteristiche e prezzi delle decine di modelli che oggi offre il mercato.

Tag:
Bruno Costi
direzione staibene.it

}