• Sii sano

2.092 visite

In ufficio fa caldo? Il “Capo” ci rimette

Come influisce il caldo sul luogo di lavoro? Gli psicoterapeuti hanno stilato l’elenco dei pro e dei contro. Eccoli, con qualche sorpresa.

Difficoltà di concentrazione, nervosismo, ansia, stress, nei casi più estremi anche attacchi di panico.

Il gran caldo di ripercuote sull´efficienza sul lavoro (in ufficio, ma non solo): il rendimento cala per due persone su tre, che finiscono per rendere anche il 50% in meno di quanto di solito sono capaci di fare.

 

 

Irritabilità, nervosismo, svogliatezza

 

È la tesi di Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e presidente dell´Associazione europea disturbi da attacchi di panico (Eurodap).

“Il caldo crea una forte sensazione di spossatezza”, spiega Vinciguerra. “La notte si dorme poco e male e i sintomi di tachicardia e malessere generale creano spesso risposte ansiogene.

Non è casuale che in questo periodo dell´anno assistiamo al maggior sviluppo degli attacchi di panico. Si arriva in ufficio molto irritati, incapaci di concentrarsi e affaticati ancor prima di cominciare la nostra giornata lavorativa. I rapporti con i colleghi possono diventare conflittuali per un ogni piccolo equivoco o incomprensione”.

Per questo, avverte Vinciguerra, “la maggior parte delle persone lavora in modo disattento e svogliato”.

 

 

Leggi anche: L’aria condizionata fa bene a patto che…

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

bestseller.reviews/best-ten-nespresso-machines-or-technological-miracle-in-your-kitchen/

mitsubishi.niko.ua

www.designprof.com.ua
}