• Sii sano

3.159 visite

Il dentifricio giusto si sceglie così

Per l’igiene orale conta tantissimo. Ma spesso lo acquistiamo senza pensarci troppo. Invece bisognerebbe sapere che…

Ne consumiamo otto tubetti in un anno. Perché il dentifricio è (o almeno dovrebbero essere) il fedele compagno dello spazzolino nonché alfiere dell’igiene orale di chiunque. Eppure pochi di noi possono dire di sapere con certezza che cosa c’è davvero dentro un tubo di dentifricio. E così, al momento di comprarlo, seguono criteri casuali. Invece le regole per scegliere quello più adatto a noi esistono eccome. Ecco allora un piccolo vademecum per non sbagliare.

 

Gli ingredienti del dentifricio
Di solito la composizione comprende varie sostanze: da una parte i detergenti, tra i quali uno dei più usati è il sodio lauril fosfato; dall’altra dolcificanti o aromi, la cui funzione è di dare al prodotto un spaore gradevole, lasciando l’alito fresco.
In tutti i dentifrici, poi, c’è il fluoro, un minerale che contribuisce a mantenere lo smalto forte. Senza contare che nelle varie formulazioni con cui si presentano sugli scaffali di supermercati, farmacie e parafarmacie (microgranuli, gel eccetera), ci sono altre sostanze aggiunte (come le vitamine).

 

I dentifrici di oggi e quelli del passato
Come sono cambiati i dentifrici negli anni? Possiamo dire che – grazie alla tecnologia e alla ricerca, quelli di oggi siano più efficaci di quelli di un tempo? Sì, senz’altro. Anche a voler trascurare il gusto – decisamente migliore – il passo avanti più importante riguarda la formulazione, più equilibrata: è ridotto al minimo, per esempio, il rischio che lo smalto possa essere danneggiato da un detergente troppo aggressivo (il cosiddetto effetto abrasivo). Mentre la capacità pulente è addirittura migliorata.

 

Il dentifricio e il parere del dentista
Tra sbiancanti, per gengive delicate o per denti sensibili (solo per citare alcune grandi famiglie di dentifrici), c’è sempre il rischio che si faccia confusione. Che cosa accade se avendo per esempio problemi alle gengive, si usa un prodotto per denti sensibili? Niente di grave. Al massimo il disturbo può lievemente accentuarsi. Il segreto per andare sul sicuro resta uno solo: prima di comprare, chiedere sempre un parere al proprio dentista.

 

Redazione Staibene

exstraeconom.kiev.ua/perevozka-mebeli/

https://botoxclub.com.ua

meizu m3 note обзор
}