• Sii sano

2.691 visite

Il figlio trascurato non è sempre svantaggiato

Il senso di colpa dei genitori è, certamente, verso il figlio svantaggiato, quello che riceve meno attenzioni. E le conseguenze, in effetti, possono esserci. Ecco che fare.

Il senso di colpa dei genitori è, certamente, verso il figlio svantaggiato, quello che riceve meno attenzioni. E le conseguenze, in effetti, possono esserci.
Gli inglesi chiamano questa particolare condizione “Lfs” (less favoured sindrome), la sindrome del meno favorito). Sono spesso i genitori dar fuoco alle polveri e far scatenare una carica di esplosività, rivalità tra fratelli. Non sempre gli interventi di  mamma e papà sono giusti, equilibrati e sereni.
Ma siamo sicuri che essere svantaggiati è sempre negativo per chi vive questa condizione?

No, dicono gli esperti. Questo bambino può essere più forte del fratello o sorella preferiti. Perché colui a cui tutto è concesso, potrebbe essere impreparato ad affrontare le difficoltà della crescita per il solo fatto che la sua strada non è mai stata in salita.

Cosa deve fare dunque un genitore? Inutile cercare l’uguaglianza tra i figli, ma i genitori dovrebbero cercare di valorizzare ciascun individuo e il sentimento che li lega a loro, convincendoli che ciò che si prova per uno non sarà mai uguale a quello per gli altri.

 

Leggi anche: “Figlio preferito? Inutili i sensi di colpa”. Parla lo psicologo 

Questo rappresenta il primo passo per una crescita sana, perché rafforza la loro autostima e risponde all’esigenza di sentirsi amati per quel che sono.
L’unica cosa cui dobbiamo prestare molta attenzione è che l’altro o gli altri figli “non preferiti” costruiscano su questa delusione o gelosia dei comportamenti reattivi e impropri come il rancore verso i genitori o i fratelli.

Ma un genitore  si deve sentire in difetto se predilige un figlio piuttosto che per un altro?
“Figlio preferito? Inutili i sensi di colpa”. Parla lo psicologo – Staibene.it

Paola Ulissi, psicologa e psicoterapeuta dell’età evolutiva ha idee chiare: “No, il senso di colpa non serve a nulla. Se un genitore ha la consapevolezza di prediligere un figlio piuttosto che un altro deve sapere di dover compensare questa maggiore attrazione . Preferire è umano e lo facciamo con tutti. L’importante è esserne consapevoli. Per quel che riguarda i figli è la consapevolezza che ci può aiutare ad essere giusti nell’affetto, nella relazione, nella stimolazione alla crescita e all’indipendenza”.

 

Sei un genitore ideale? Scoprilo con IL TEST

Redazione Staibene

У нашей фирмы классный портал , он рассказывает про alpari forex.
Этот интересный web-сайт , он рассказывает про ковровые дорожки купить узнать больше
Узнать как imagmagnetsns.ua у нашего менеджера.
}