• Sii sano

1.616 visite

Il riscaldamento per preparare le articolazioni

Tra gli scopi abitualmente attribuiti al riscaldamento c’è anzitutto l’innalzamento della temperatura corporea, che è stato dimostrato essere indispensabile per un funzionamento ottimale e senza danni dei muscoli e dei metabolismi (i processi chimici che riforniscono di energia i muscoli).  Tradizionalmente, questo effetto si ricerca con un esercizio di intensità blanda-moderata (il più delle volte la corsa) prolungato nel tempo, almeno fino alla sensazione di "calore" cutaneo.

Ma in realtà, l’esercizio blando prima dell’allenamento o della gara ha un effetto particolarmente positivo per le cartilagini articolari che, per la loro superficie normalmente molto liscia, permettono nei movimenti lo scorrimento reciproco con un bassissimo attrito delle ossa che rivestono. Questo, grazie al liquido sinoviale che le nutre e le lubrifica e che viene prodotto all’interno dell’articolazione proprio in risposta al movimento della stessa.

Se però le articolazioni vengono lasciate molto tempo ferme, le loro cartilagini si asciugano ed un esercizio svolto con le cartilagini in queste condizioni ne determinerà l’usura, la degenerazione e le lesioni che configureranno una condropatia, origine di dolori invalidanti e, con il passare del tempo, di artrosi.

È perciò preferibile, prima di iniziare un allenamento o una gara, effettuare alcuni movimenti senza carico, "a vuoto", proprio per far produrre il liquido sinoviale e per permettergli di raggiungere tutta la superficie cartilaginea dell’articolazione.

Redazione Staibene

У нашей компании интересный интернет-сайт , он описывает в статьях про купить магнитную ленту www.imagmagnetsns.ua
шины toyo купить

купить тренажер
}