• Sii sano

3.596 visite

L’uomo che non deve chiedere mai è cambiato. Ecco come

Ecco perchè le donne restano più colpite se lui mostra di saper allevare i figli, mantenere la famiglia e sbrigare i lavori domestici.

Sulle capacità seduttive degli uomini sono stati scritti fiumi dì parole e uomini e donne hanno nel loro immaginario ognuno un modello seduttivo personale di cui abbiamo la proiezione spesso nella letteratura, nei film.

Ma la realtà qual è?  Ovvero cosa seduce tecnicamente di più in una donna? Esiste un dato scientificamente certo che indichi se alle donne piace più l’uomo macho o  l’effeminato? l’uomo profumato o l’uomo dall’odore acre?

Questa lacuna ora è stata colmata da una ricerca dell´Università di Oxford, pubblicata sul “Journal of Population Economics che ha  dimostrato algoritmi alla mano che per avere più probabilità di sedurre una donna  occorre…. sbrigare le faccende domestiche.

 

Leggi anche: Come fare il “papà-mammo” e restare maschi

 

Perchè l’uomo colf seduce la  donna

Si, avete capito bene, proprio le faccende domestiche come lavare i piatti, rassettare  le stanze, pulire i bagni ma soprattutto cucinare. Perchè gli uomini che fanno i lavori di casa hanno più probabilità di intraprendere una relazione duratura con la donna che desiderano.

Lo studio dell´Università di Oxford,  condotto in numerosi Paesi europei, Australia e Stati Uniti, rivela anche delle differenze nei ruoli domestici tra uomo e donna.

“Le donne privilegiano gli uomini che diano una sensazione di responsabilità e laboriosità per una relazione a lungo termine”, hanno spiegato ricercatori.

“Gli uomini che danno una mano nelle faccende domestiche si dimostrano più capaci di allevare i figli e mantenere la famiglia, e quindi più attraenti per una scelta di convivenza”.

Lo studio ha misurato l´indice “egualitario” nelle coppie, cioè la differenza tra il tempo dedicato dai due sessi alle faccende di casa.

Il paese più “paritario” è risultato essere la Norvegia: gli uomini di questi paesi fanno più lavori domestici e risultano quindi più interessanti alle donne. In fondo alla lista, invece, Austria e Australia.

 

Leggi anche: Crescere i figli: come essere mamme e papà ideali in 15 mosse

 

Gli uomini si danno più da fare anche in Italia

Ma anche in Italia le cose stanno cambiando. Secondo i dati dell’indagine Istat sull’uso del tempo libero 2008709,  emerge che il carico di lavoro domestico a carico delle donne sta diminuendo e quello degli uomini sta aumentando.

Tra il 1989 e il 2009 il carico di lavoro familiare per le lavoratrici è diminuito di 49 minuti al giorno mentre è aumentato in corrispondenza il tempo dedicato al lavoro retribuito. In compenso, si nota un incremento di 36 minuti al giorno del tempo dedicato al lavoro familiare dai maschi.

Sia chiaro, il 75% del tempo dedicato alle faccende domestiche è pur sempre a carico delle donne, ma  le dinamiche stanno cambiando a favore di un riequilibrio.  Per esempio- rileva l’Istat –  il contributo maschile alle attività domestiche nel corso delle 24 ore aumenta in molti campi, con maggiore forza in presenza di figli: preparano i pasti (+14,8 %), puliscono la casa (+15,5%), apparecchiano, sparecchiano e lavano i piatti (+7,6%), mentre fanno meno spesso la spesa (-2,5%).

Ci sono però attività che gli uomini ancora no hanno iniziato a fare, come lavare e stirare. Sembrerebbe cioè che gli uomini inizino a partecipare alla gestione della casa quando diventa proprio necessario, ovvero quando la donna lavora e ci sono figli; a conferma di questo, il tempo da loro dedicato alla casa e alla cura dei familiari si dimezza nel caso in cui la donna non sia occupata.

 

Leggi anche: Pericoli in casa? La cucina al primo posto

 

 

Redazione Staibene

medicaments-24.net

www.karter-kiev.net
}