• Sii sano

1.228 visite

Ipotensione, le situazioni che mettono più a rischio

Una pressione arteriosa attorno ai limiti minimi normali, se fisiologica viene addirittura considerata positiva, perché mette al riparo da diverse malattie cardiovascolari. Una condizione che si registra più frequentemente nelle donne. Ci sono alcune circostanze che possono far abbassare ulteriormente la pressione e creare disagio.
Tra le cause della pressione bassa c’è la disidratazione, le infiammazioni, le malattie del cuore, la bassa frequenza cardiaca, l’età. Altre cause di ipotensione sono le infezioni severe,  come nel caso delle setticemiche, disfunzioni alla tiroide, reazioni allergiche ed anemie (comprese provocate da carenze nutrizionali di folati e vitamina B12).
Ci sono situazioni che più di altre predispongono a cali di pressione in chi ne soffre, il caldo, o un’attività fisica intensa, oppure muoversi con movimenti bruschi.

Evitare i movimenti bruschi
Chi soffre di pressione bassa potrebbe averlo sperimentato diverse volte. Se si passa velocemente dalla posizione sdraiata a quella eretta, si rischia di avere vertigini o svenimenti. Il motivo?  Il passaggio brusco richiede all’organismo di adattare rapidamente il ritmo della circolazione del sangue alla nuova posizione e, se la pressione è bassa, può avere difficoltà a farlo. Cosa fare? Basta rimanere seduti e alzarsi con calma, i sintomi in genere durano pochi secondi.

Difendersi dal caldo
E’ nei mesi più caldi, durante l’estate, che chi soffre di ipotensione potrebbe vedere accentuati i propri sintomi. Questo dipende dal fatto che per mantenere una temperatura interna ideale, l’organismo mette in atto alcuni meccanismi che fanno diminuire ulteriormente la forza della circolazione.

No all’attività fisica eccessiva
Anche fare sport in modo non corretto può provocare improvvisi cali di pressione, soprattutto quando si vuole strafare e non si è allenati. Il motivo? Il movimento svolge un effetto di dilatazione dei vasi sanguigni che, soprattutto nei mesi più caldi, può causare svenimenti o malori temporanei. Questo non significa che bisogna evitare di allenarsi. Per esempio un’attività aerobica controllata e regolare che impegni i muscoli in sforzi non intensi, regolarizza il battito cardiaco.
Tra gli altri sport raccomandati c’è il nuoto, oppure camminare all’aria aperta, o ancora fare una passeggiata in bicicletta.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

Узнать как www.maxformer.com по вашему желанию, недорого.
Нашел в интернете авторитетный веб портал со статьями про www.maxformer.com.
www.cafemarseille.com.ua
}