• Sii sano

474 visite

L’incontinenza da sforzo

In caso di incontinenza, una persona che voglia vivere senza problemi o non trovarsi impreparata in vacanza o comunque lontano da casa, la riabilitazione può essere di grande aiuto. “Effettuare una corretta rieducazione permette alle persone con incontinenza da sforzo e/o da urgenza di gestire le situazioni ‘scomode’, quelle che potrebbero creare imbarazzo e difficoltà”, spiega Elena Bertolucci, fisioterapista dell’Unità Spinale e dell’ambulatorio di Uroriabilitazione dell’Azienda Ospedaliera CTO – Maria Adelaide di Torino e componente del Comitato Scientifico della Fondazione italiana continenza.

“Nell’incontinenza da sforzo è essenziale conoscere il proprio pavimento pelvico per capire quando è il caso di contrarre i muscoli per gestire, durante gli sforzi, l’aumento della pressione all’interno dell’addome che può provocare le perdite d’urina. Durante il cammino può essere utile rallentare o  fermarsi un attimo per riuscire a  contrarre più  efficacemente i muscoli del pavimento pelvico. Un ausilio assorbente, più sottile se si è in costume in spiaggia e magari usando un pareo, può essere d’aiuto anche dal punto di vista psicologico per sentirsi a proprio agio".

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

www.best-cooler.reviews/best-thermoelectric-cooler-reviews/

agroxy.com/prodat/jachmen-102/zakarpatskaya-obl

shopvashtextil.com.ua/catalog/index/105-podushku/0/120
}