• Sii sano

1.595 visite

La depressione è donna: ecco tutti i perchè meno noti

Del 13% della popolazione che ne soffre in Italia, la gran parte è di sesso femminile. Ecco perché

La depressione colpisce le donne con frequenza doppia rispetto agli uomini. Differenze significative sono legate all´età del soggetto. Delle ultime novità scientifiche su una patologia che in Italia colpisce il 12-13% della popolazione (ma gli esperti concordano nel considerare questi dati fortemente sottostimati), si è parlato a Catania in occasione del recente convegno dal titolo “La depressione: neurobiologia, clinica e terapia”.

 

 

Leggi anche: Quanti italiani soffrono di depressione? La risposta che non t’aspetti

 

 

Ciclo e gravidanza
“Esistono chiare differenze sull´incidenza della sindrome depressiva nell´uomo e nella donna così come nell´adolescente e nell´anziano. I motivi sono diversi ed alcuni ancora in fase di studio e riguardano non solo le differenti modalità espressive della patologia depressiva ma anche gli aspetti biologici, ormonali, genetici, socio-economici e culturali”, ha sottolineato Eugenio Aguglia, professore ordinario di Psichiatria all´università di Catania e direttore della Cattedra di Clinica psichiatrica, policlinico “G.Rodolico” di Catania.

Per quanto riguarda le donne, ad esempio, si sa che alcune condizioni di co-morbidità, in particolare con i disturbi d´ansia, hanno una maggiore incidenza rispetto agli uomini, e dal punto di vista sociale spesso le donne mantengono ruoli secondari, che incidono sulla percezione del sé, sull´autostima, condizionando potenzialità orientate all´autoaffermazione e all´indipendenza.
Tra le cause biologiche, un ruolo importante è rappresentato dalle variazioni dei livelli plasmatici degli ormoni (estrogeni e progesterone) in concomitanza con il ciclo mestruale, spesso con brevi fasi di peggioramento del tono dell´umore e di facile irritabilità, e in coincidenza con la gravidanza specie nei giorni successivi al parto. “È una fase molto importante nella vita della donna che può determinare una depressione post-partum nei soggetti più predisposti”, ha spiegato Aguglia. Anche la menopausa rappresenta una fase critica nel ciclo di vita femminile, con difficoltà di adattamento al cambiamento sia fisiologico che di ruolo sociale e frequente reattività di tipo depressivo.

 

 

Leggi anche: Come fare per essere felici ( secondo gli psicologi)

Redazione Staibene

}