• Sii sano

1.514 visite

Le fratture

La rottura di un osso, cui segue un gonfiore e un ematoma, richiede un intervento immediato; cosa fare e cosa non fare

Le fratture

La frattura è la rottura di un osso in conseguenza di un trauma violento. Di solito si verifica negli sport di contatto fisico. A prescindere da quale osso sia coinvolto, la frattura è quasi sempre molto dolorosa. Al dolore segue un gonfiore, spesso associato a ematoma per la rottura dei vasi sanguigni. A quel punto, ogni movimento della parte coinvolta risulta impossibile. In alcuni casi, può essere presente una deformazione a causa dello spostamento dei frammenti ossei.
Fino a una decina di anni fa, una frattura di tibia e perone comportava almeno 3 mesi di tempo prima di poter rimettere il piede in terra. Era il periodo di placche, gessi, fissatori esterni… Ora, con il chiodo endomidollare infilato nel centro dell’osso, basta addirittura una sola settimana.

Frattura – Che cosa fare
Correre al pronto soccorso, cercando di tenere il più possibile ferma la parte interessata. Tamponare eventuali ferite. Cercare intanto di immobilizzare l´arto con stecche rigide o fasciature strette.

Frattura – Che cosa non fare
Evitare qualunque manipolazione dell´arto coinvolto, ogni movimento o spostamento brusco: complicherebbero la situazione, oltre che causare un dolore ancora più forte al paziente.

Redazione Staibene

Был найден мной авторитетный интернет-сайт на тематику пассивный доход в интернете.
https://www.swiss-apo.com

www.monaliza.kiev.ua/catalog/krivoy-rog/
}