• Sii sano

1.178 visite

Le mille facce (non solo curative) del ginseng

Energetico, ricostituente, digestivo, persino cosmetico. La radice orientale svelata dalla fitoterapeuta Loreta Terra

Che il ginseng sia il ricostituente naturale per eccellenza e un concentrato di energia per il corpo e per la mente, è forse ormai noto a molti. Ma la radice del Panax ginseng, nasconde innumerevoli altre proprietà e possibilità di impiego e per scoprirle abbiamo chiesto aiuto a Loreta Terra, fitoterapeuta e docente di naturopatia a Milano.

Adatto a tutti. O quasi…


Innanzi tutto chiariamo: a chi è consigliata? “Per le sue proprietà di pianta adattogena, capace cioè di incrementare l’adattabilità delle risposte nervose”, spiega la dottoressa Terra, “la radice di ginseng è considerata in Oriente un elisir di lunga vita, soprattutto per gli effetti benefici che ha sugli anziani”. “Infatti”, continua la fitoterapeuta “agisce a livello nervoso, combatte l’invecchiamento, l’astenia e la mancanza di dinamismo”. Ma non è tutto. Il ginseng è indicato anche per combattere problemi legati alla sessualità, nei casi in cui ci sia calo della libido, impotenza negli uomini e frigidità nelle donne. Il motivo? “La radice di ginseng contiene un particolare tipo di fitormoni, gli ormoni delle piante, detti fitosteroli”, spiega ancora la dottoressa Terra.

E per i giovani? “Va benissimo sia di fronte ad un surmenage intellettuale, sia quando devono affrontare competizioni sportive grazie alla sua capacità di attenuare la sensazione di fatica. Attenzione, però: non utilizzatela in associazione alla carnitina e qualora vi siano problemi di sonno”.

Controindicazioni? “Alcune categorie di persone non devono assolutamente assumere ginseng: bambini, donne incinte, mamme che allattano e donne durante il periodo mestruale, perché è un antiaggregante e favorisce emorragie”.

Ma quanti usi differenti…


E per quanto riguarda le dosi? “Quella raccomandata”, spiega Loreta Terra, “è di 1 g. Il ginseng in commercio si trova sotto forma di capsule e tintura madre. Nel primo caso, il dosaggio ideale sarà di 1 al mattino e 1 il primo pomeriggio (evitare la sera, perché può provocare insonnia). Nel secondo, la dose consigliata è di 40 gocce diluite in un po’ di acqua da assumere al mattino”.

Ma esistono anche modi più “golosi” per assumere ginseng. Il primo è uno sciroppo, che si prepara così: “Aggiungete 5 g di estratto fluido di ginseng a 95 g di acqua, zucchero di canna o miele di acacia. E prendetene due cucchiaini al giorno”.

Non digerite bene? Provate a preparare un rosolio e bevetene un cucchiaino dopo il pasto. Le dosi: “100 ml di marsala o vino (è indicato il Porto) al quale si aggiunge 5 g di estratto fluido di ginseng. Poi si lascia macerare per 10 giorni prima di consumarlo”.

Il ginseng può essere usato anche per uso cosmetico? “Sì, e i risultati sono sorprendenti. Per preparare una crema antiage”, aggiunge la dottoressa Terra, “basterà utilizzare una crema base (che si può acquistare in erboristeria o farmacia) e aggiungere 20 gocce di tintura madre. Utilizzata la sera su viso, collo e decollété, dà ottimi risultati ottimi. Per preparare una crema anticellulite per il corpo, invece, si aggiungerà a 100 ml di olio (diviso in parti uguali tra olio di jojoba, mandorle dolci, avocado e fieno greco), 50 gocce di tintura madre di ginseng. Questo prezioso olio dinamizza gli adipociti che formano i depositi di cellulite”.

Redazione Staibene

http://best-cooler.reviews

Этот важный сайт , он описывает в статьях про Грузовой аккумулятор Bosch https://www.220km.com/category/bosch_ja/
В интеренете нашел популярный web-сайт со статьями про мебель из натурального дерева на заказ изделия из дерева
}