• Sii sano

654 visite

Lo specialista: “Uomini e donne diversi anche nel dolore”

L´intensità del dolore è diverso tra uomini e donne. Uno studio effettuato dalla Standford University, eseguito su 11mila persone e pubblicato sul Journal of Pain, specifica che le donne soffrono circa il 20 per cento in più rispetto agli uomini.
Ma quali sono le ragioni di queste differenze? Perché uomini e donne reagiscono in modo diverso di fronte al dolore? Ne chiarisce gli aspetti Diego Beltrutti, consulente presso il Servizio del Dolore Cronico (CPS) dell´Unità Operativa di Anestesia e Day Hospital Chirurgico in Humanitas ed esperto del settore.

Le donne provano più dolore, perché?
"Oggi sappiamo che le donne sentono effettivamente più dolore. E non solo per motivi legati al modello sociale come un tempo si pensava (ricordiamo tutti la classica frase detta al bambino maschio che piange dopo una caduta: ´non fare la femminuccia´). Un tempo la società accettava e forse perfino incoraggiava comportamenti stereotipati legati al sesso. La donna poteva piangere, svenire. L´uomo no."

E solo un problema psicologico?
"Veniva invocata anche una base psicologica differente per spiegare alcune differenze comportamentali tra uomo e donna. La donna sarebbe più propensa all´ansia e alle deflessioni dell´umore, all´ascolto del proprio corpo, alla percezione di situazioni di pericolo. Mai si sarebbe ipotizzato un ruolo non secondario legato alle differenze biologiche. E, invece, per rispondere alla domanda riferisco quanto comunicato dalla ricerca scientifica: le differenze più significative sulla diversa percezione del dolore tra uomo e donna sono su base biologica. Studi effettuati sui due sessi, usando stimoli termici dolorosi, hanno evidenziato che le donne hanno una soglia e una tolleranza dolorosa più bassa".

Da cosa dipende la diversa percezione del dolore?
"E´ a tutti evidente che vi sono risposte psicologiche diverse nei due sessi, ma va detto che queste differenze potrebbero essere sostenute anche da una diversa costituzione biochimica. Questa situazione sarebbe connessa al ruolo degli ormoni. Nella donna fertile, inoltre, la soglia del dolore non è stabile, ma varia con il ciclo. E´ più alta nella fase follicolare e poi si abbassa nella fase luteale. Gli stessi test, effettuati su donne ‘in dolce attesa´, hanno dimostrato come in gravidanza la soglia del dolore sia elevata. Si ipotizza che queste risposte differenti facciano parte di un più ampio sistema con cui maschi e femmine rispondono allo stress. Sembra quasi che le risposte dell´uomo e della donna siano complementari. In corso di dolori sperimentali il cervello femminile evidenzia una grande attività nel sistema limbico mentre nell´uomo l´attività maggiore avviene nelle aree cognitive".

Stati di ansia e sbalzi di umore nelle donne sono dovute agli ormoni, allora?
"La conclusione è sì. Uomini e donne non solo appaiono differenti, ma sono costruiti in modo diverso. In particolare oggi la scienza ci dice che le donne sono a rischio per molte condizioni di dolore. Studi sperimentali effettuati con la PET evidenziano che il cervello dell´uomo e della donna reagiscono in modo differente quando viene mandato uno stesso impulso doloroso. Di fronte ad un identico stimolo algogeno il cervello delle donne attiva molte più aree corticali dell´uomo. Addirittura si attivano aree cerebrali controlaterali (talamo ed insula) il cui significato è ancora oscuro".

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

www.agroxy.com

Этот полезный веб портал , он рассказывает про https://kinder-style.com.ua.
buysteroids.in.ua/inekczionnyie-anabolicheskie-steroidyi/masteron.html
}