• Sii sano
1.435 visite

Mastopessi del seno

Intervento di chirurgia estetica per il seno

chirurgia estetica

PER CHI

Per donne con mammelle cadenti (ma il nome corretto sarebbe ptosiche) e svuotate: un aspetto “vecchio” e poco gradevole che può essere determinato da un forte dimagrimento, dall’allattamento, oppure, semplicemente, dall’età.

 

L’INTERVENTO

A seconda dei casi, l’operazione avviene in anestesia locale con sedazione o generale e prevede la rimozione di parte della cute, lo spostamento verso l’alto dell’areola con il capezzolo e quindi il rimodellamento dei tessuti rimasti. Lo scopo è quello di ottenere volumi più consistenti e posizionati più in alto.

A seconda dell’eccesso di pelle, delle necessità e della tecnica impiegata si possono avere: una cicatrice attorno all’areola; una cicatrice attorno all’areola più una verticale (dal punto più basso dell’areola fino al solco sottomammario); una cicatrice attorno all’areola, una verticale e una nel solco sottomammario.

 

DOPO

L’intervento può essere realizzato in day hospital o con il ricovero di una notte. La paziente esce dalla sala operatoria con una medicazione modellante, che viene mantenuta per alcuni giorni. Successivamente, viene sostituita da un reggiseno ad hoc, simile a quello utilizzato per lo sport, da indossare notte e giorno per circa un mese. Il dolore si contrasta efficacemente con normali analgesici. I punti vengono tolti in parte a 5 giorni dall’intervento, completamente a 12. Il gonfiore inizia a diminuire dal terzo giorno, ma scompare completamente solo dopo diverse settimane e anche mesi. Le attività sociali e lavorative devono essere limitate per 7-10 giorni; l’attività sportiva può essere ripresa dopo 30 giorni.

 

QUANTO COSTA

Dai 6.000 agli 8.000 euro.

 

QUANDO NO

L’intervento non è indicato per chi vuole aumentare il volume delle mammelle. Infatti, con la mastopessi si ridisegnano le forme, ottenendo un seno più compatto e riempiendo in modo naturale il cosiddetto polo superiore, cioè la parte alta della mammella, ma non si cambia taglia. Chi vuole farlo deve optare per la mastoplastica additiva, oppure – quando le mammelle sono “scese” e cadenti- abbinare alla mastopessi la mastoplastica additiva.

Tag:
Redazione Staibene

agroxy.com/prodat/sahar-167/odesskaya-obl

www.agroxy.com

agroxy.com
}