• Sii sano

11.312 visite

Muscoli genitali: come allenarli con 3 esercizi da fare a casa

I muscoli genitali o pelvici possono essere allenati con 3 esercizi che aiutano a ridurre l’incontinenza e perfino a ritrovare il piacere dell’orgasmo.

ginnastica pelvica_2

ESERCIZIO n° 2 Colonna vertebrale….il collegamento elastico tra cielo e terra

  1. Siediti su una sedia appoggiando bene i piedi nudi a terra.
  2. Respira profondamente appoggiando con delicatezza due dita di entrambe le mani alla base dello sterno. à Immagina che ad ogni inspirazione l’espansione del diaframma si avvii da quel punto e coinvolga le coste e la parte dorsale.
  3. Rilassa i gomiti e le spalle e fai almeno tre respiri lenti e profondi.
  4. Ora poni l’attenzione al punto centrale del pavimento pelvico.
  5. Immagina che da quel punto si origini e salga verso l’alto una corda elastica, consistente come la polpa di un acino d’uva.
  6. Lascia che la corda si allunghi fino alla base del palato molle; punto che puoi toccare con la punta della lingua.
    Porta il dorso delle dita delle mani vicino alle gote.
  7. Respira e lascia flettere questa corda centrale morbidamente in avanti, avvicinandone le estremità.
  8. Poi estendi la corda allontanando le estremità e lasciando ruotare i palmi delle mani verso l’esterno. Lascia che la fronte si diriga leggermente verso l’alto. (questo è un movimento sul piano sagittale). Non forzare e lascia che il bacino si muova indietro e in avanti.
  9. Ripeti questo morbido movimento di flessione ed estensione almeno dieci volte. Poi riposa qualche istante sentendo la verticale.
  10. Appoggia ora le mani sulle cosce e fletti le due estremità della corda lateralmente a destra e sinistra. Lascia che il bacino si sollevi leggermente da una parte e dall’altra (questo è un movimento sul piano frontale).
  11. Ripeti questo morbido movimento di flessione ed estensione almeno dieci volte. Poi riposa qualche istante sentendo la verticale.
  12. Ora ripeti i movimenti di flessione e estensione sui piani sagittale e frontale portando la tua attenzione a come lo spazio interno al corpo si espande e si addensa attorno all’asse/corda, massaggiando e tonificando gli organi.
  13. Alzati in piedi, senti la verticale e il bilanciamento dell’asse sui piedi.
    Come è cambiata la tua percezione della colonna vertebrale?
  14. Concludi muovendoti liberamente su una musica che ti piace percependo la morbida ed elastica fluttuazione dell’asse nello spazio anche in relazione a mani e piedi.

 

Leggi anche: I costi sociali dell’inco0ntinenza urinaria

 

ESERCIZIO n° 3 Viso, collo e spalle….la relazione tra dentro e fuori

  1. Siediti su una sedia appoggiando bene i piedi nudi a terra.
  2. Respira profondamente. à Picchietta delicatamente con la punta delle dita attorno al bulbo oculare con gli occhi chiusi.
  3. Apri gli occhi e muovili in diverse direzioni per qualche secondo.
  4. Massaggia ora l’articolazione temporo-mandibolare posizionando le dita delle mani accanto ai lobi delle orecchie e il pollice sotto l’angolo della mandibola.
  5. Ora muovi la mandibola. Lasciala aprire e chiudere, slittare lateralmente e scivolare leggermente avanti e indietro. Senti il movimento sotto le dita.Non resistere allo sbadiglio.
  6. Stabilizza ora con le mani la mandibola e muovi la mascella, lasciando aprire la bocca e muovere il cranio come se fosse il coperchio di un baule.
  7. Non resistere allo sbadiglio. à Ripeti per almeno dieci volte, poi riposa nella verticale sentendo come la testa si appoggia sul collo.
  8. Ora con le dita della mano destra esercita delle piccole pressioni sulla muscolatura sovrascapolare à dalla base del collo scendendo verso l’apice della spalla sinistra.
  9. Ripeti con la mano sinistra verso la spalla destra.

 

Leggi anche: Cos’è l’incontinenza da urgenza

(segue)

 

Tag:
Bruno Costi

Direttore Responsabile Staibene.it

http://agroxy.com

www.agroxy.com/prodat/raps-151/hersonskaya-obl

agroxy.com/prodat/zhmyh-159/zhitomirskaya-obl
}