• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.759 visite

Natale, come sopravvivere a stravizi e stress familiari

Consigli e trucchi per passare indenni i giorni delle feste

4) Capitolo cibo. Durante le feste ha una importanza fondamentale, perchè i vari pranzi o il cenone di San Silvestro assumono spesso un ruolo centrale nella festa. Assurdo perciA? voler cambiare il regime alimentare o, ancora peggio, cercare di fare la dieta durante le feste. Dal 24 dicembre al 6 gennaio si deve dimenticare ogni tipo di restrizione alimentare. Al contrario, sarà importante portare in tavola le ricette e i piatti regionali perchè questa è unA?occasione importante per fare acquisire ai figli le radici con i propri luoghi.

 

5) Per i dolci nessuna preoccupazione: quello che conta è lo stile di vita che si tiene durante lA?anno, non ciA? che si fa in 15 giorni. PerciA?, tutti liberi di mangiare panettoni e torroni, ma solo in compagnia. E ancora: i dolci fanno parte integrante della festa e per questo non vanno lesinati, ma si deve evitare che la grande abbondanza natalizia ne incrementi lA?assunzione eccessiva come fuori pasto. La soluzione? Mangiarli solo in compagnia, senza mai lasciare il bambino da solo davanti a un panettone. E mai dimenticare di lavarsi i denti dopo i pasti.

 

6) Durante le vacanze è quasi sempre impossibile mandare a letto i bambini allA?ora consueta, ed è anche più difficile che il bimbo si addormenti con facilità, considerando tutte le emozioni delle feste. è importante perciA? che i genitori alla sera non abbiano mai una fretta eccessiva di mandare i bambini a letto, per evitare che restino svegli. LA?abitudine a restare a letto svegli favorisce lA?insonnia. Il consiglio? Mandate a letto i figli solo quando li vedete sull’orlo di “crollare , lasciandoli poi dormire quanto vogliono al mattino.

 

Leggi anche: Come riconoscere i fuochi d’artificio ammessi o proibiti

 

7) Alcol vietato fino a 12 anni, come pure i brindisi. Passata quell’età, i genitori potranno concedere un alcolico per brindare, ma solo se saranno i figli a richiederlo e comunque mai ai pasti. Gli effetti negativi della pur minima quantità di alcol che viene assunta con i brindisi, sono compensati da due vantaggi: il primo, far sentire lA?adolescente ormai “grande , rafforzandogli lA?autostima; il secondo, farlo sentire partecipe delle tradizioni.

 

8) Non esistono fuochi dA?artificio sicuri. I bambini e gli adolescenti non devono mai usarli da soli, nemmeno quelli più innocui. Il fatto che ci siano fuochi dA?artificio a norma di legge non significa che non siano pericolosi.

 

9) Le comuni malattie invernali presenti anche durante le vacanze natalizie, foriere di tosse, febbre, mal di gola, raffreddore, non sono certo una controindicazione a passare le feste insieme. I bambini, anche se piccoli, possono essere trasportati da una casa allA?altra, purchà siano ben coperti e i più piccoli eventualmente anche avvolti in un plaid. Per evitare nei limiti del possibile i contagi è importante aprire le finestre periodicamente. Ricordarsi, inoltre, che influenza e malattie respiratorie si trasmettono anche attraverso le mani sporche, perchè trasportate dalle secrezioni infette: essenziale, quindi, lavarsi periodicamente le mani, almeno per 30 secondi. Infine, chi ha il raffreddore non abbandoni in giro i fazzoletti usati, ma li getti nella pattumiera.

 

Leggi anche: Impariamo a difenderci dai malanni di stagione

Tag:,
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}