• Sii sano

1.077 visite

Mangiare sano, scopri se sei malato di ortoressia

L’attenzione agli alimenti diventa motivo di ansia e angoscia

Sono ossessionati dal mangiare sano, frequentano solo supermercati biologici, Sanno leggere le etichette dei cibi come il più esperto dei tecnologi alimentari. Pianificano cosa mangeranno e come lo prepareranno con diversi giorni di anticipo. Sono gli ortoressici, dal greco orthos (corretto) e orexis (appetito), ovvero i nuovi malati dell’era salutista, le vittime di un nuovo disturbo alimentare, appunto l’ortoressia.

Il numero di questi fanatici dell’alimentazione sana è in continua crescita e il fenomeno è ormai considerato un vero disturbo dell’alimentazione. Secondo l’European food information council (Eufic) la smania per i cibi sani può facilmente trasformarsi in ossessione. Con conseguenze psicofisiche molto gravi.

 

Leggi anche: Tutto quello che devi sapere sui disturbi dell’alimentazione

 

Che cos’è l’ortoressia

L’ortoressia è infatti un disordine alimentare, come l´anoressia e la bulimia. La differenza sta nel fatto che nel primo caso chi ne soffre punta tutta la sua attenzione ossessiva sulla qualità di quello che mangia, negli altri due sulla quantità.
Il sospetto degli specialisti è che siamo di fronte a una nuova malattia frutto della globalizzazione: il bombardamento di informazioni su ciò che fa bene o fa male provoca dubbi e diffidenze sul cibo (basti pensare alla mucca pazza, all’influenza aviaria, all’afta epizootica). Il boom degli alimenti biologici ha aumentato la complessità delle decisioni da prendere su cosa mangiare. Risultato: un rapporto più nevrotico con quello che mangiamo: “L’ortoressia è una malattia psichiatrica”, dice il professor Michele Carruba, presidente della Società italiana per l’obesità, “perché è un’ossessione: come certe persone sono stressate dalla pulizia e si lavano le mani 20 volte al giorno, altre hanno l’angoscia di mangiare sano”.

 

Sai mangiare sano? Scoprilo con IL TEST

 

Come si riconosce l’ortoressia

Si possono individuare almeno 7 sintomi di questo disordine alimentare.

1) Il fanatico del cibo salutare sviluppa proprie regole alimentari sempre più specifiche, che lo portano a pianificare i pasti anche con diversi giorni di anticipo.
2)Se deve mangiare fuori casa, l’ortoressico porta con sé una sorta di kit di sopravvivenza con cibi propri, perché non si fida dei piatti preparati da altri.
3) L’ortoressico “lieve” evita il ristorante o rifiuta gli inviti da amici se non ha la certezza della genuinità delle portate. Quello più grave cambia a poco a poco stile di vita, si isola per difendersi da chi non capisce i pericoli che vede lui, e in genere irride gli altri, convinto che le sue scelte siano le sole giuste.

 

Leggi anche: Come rilassarsi: riti e abitudini di inizio giornata

(segue)…

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

evsyukov.kiev.ua/vedushhij-na-korporativ/

led-usb.info/
}