• Sii sano

600 visite

Pelle, le aree a traffico limitato sono un toccasana

Lo smog può raddoppiare i danni causati dal sole

Lo smog è un problema a livello globale oltre che per le conseguenze sulle vie respiratorie, anche come uno dei maggiori fattori causa del precoce . È quanto emerge da uno specifico studio effettuato dell´Osservatorio MV Cosmetiques, coordinato dall´esperta cosmetologa e chimica Milena Valentini, effettuato su un campione di 1000 italiani residenti nelle zone a traffico limitato.

I danni dello smog
L´indagine rivela infatti come, con l´introduzione delle aree "no traffic", ben il 42% dei residenti di tali aree abbia riscontrato minori problemi legati alla respirazione, dovuti alle polveri sottili e alle impurità presenti nell´aria inquinata delle nostre città che si depositano sulla pelle formando una patina e limitando così l´ossigenazione cutanea e provocando un´alterazione del film idrolipidico, un pericolo ancora maggiore se si pensa che il solo esporre la cute all´inquinamento può raddoppiare i danni causati dal sole.
Il 26% degli intervistati ha inoltre rilevato minori problemi di allergie e asma causati dallo smog e dall´aria irrespirabile. Ben il 19% ha invece notato un miglioramento della pelle confermando di notare una cute meno arrossata, irritata, disidratata e di trovarla più luminosa e liscia al tatto.

Capelli, viso e mani
"Lo smog non solo può provocare danni alle vie respiratorie – spiega Milena Valentini – ma anche la pelle del viso e i capelli, particolarmente esposti agli agenti esterni, sono a serio rischio. Limitare il traffico cittadino è un valido aiuto a contrastare lo smog che, soprattutto sulla pelle delle donne, può causare un effetto di invecchiamento sulla pelle e, soprattutto, danneggiare il viso e le mani rendendo vane le cure estetiche".

L´altro nemico: l´elettrosmog
Tuttavia non è solo lo smog il nemico della pelle delle donne. In città, oltre all´inquinamento atmosferico che provoca un´alterazione del film idrolipidico, la naturale barriera di acqua e sebo che difende la pelle, esiste anche "un inquinamento elettromagnetico" provocato dall´esposizione alle radiazioni di telefoni cellulari, computer, televisori, radio e di apparecchiature elettriche che, in caso di esposizioni prolungate e durature, determina l´innalzamento della temperatura dei tessuti biologici, deteriorandoli.
"L´elettrosmog è un altro avversario della bellezza, soprattutto femminile, e va combattuto giorno per giorno – continua Milena Valentini – con alcune semplici regole che chiunque può applicare nella vita quotidiana: una detersione quotidiana corretta, uno scrub settimanale per rimuovere le impurità, l´applicazione di prodotti idratanti e anti ossidanti e l´eventuale utilizzo di prodotti specifici per la protezione della pelle da inquinamento atmosferico e elettromagnetico".

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

www.designedby3d.com

у нас pureshop.com.ua

Был найден мной интересный web-сайт , он рассказывает про раскрутка веб-сайта.
}