• Sii sano

1.265 visite

Perchè il sudore puzza? La risposta non poi così “sconveniente”

I 3 sapori del sudore

Non tutto il sudore è uguale. E per accorgersene basta ..”assaggiarlo”. La scienza ha catalogato almeno 3 tipi di sudore:

  • Sudore a stress: è quello peggiore in termini di odore perchè secreto dalle ghiandole apocrine. E’ prodotto in situazioni particolarmente stressanti per la psiche come il sudore freddo nell’imminenza di un esame, la situazione rischiosa che dobbiamo superare, l’emozione improvvisa.
  • Sudore da caldo o dell’atleta: è quello che al palato appare salato. Segna la perdita di sali da parte del corpo e richiede un reintegro immediato con aggiunta di sali nel caso degli atleti. Una carenza di sali ha effetti negativi sulla muscolatura.
  • Sudore erotico: è considerato uno dei primordiali linguaggi di comunicazione non verbale, fin dalla preistoria, in quanto è il mezzo con il quale il corpo umano attrae il partner ritenuto adatto alla riproduzione.I ricercatori dell’Huddinge University Hospital, guidati dalla dottoressa Ivanka Savic del Karolinska Institute di Stoccolma, hanno scoperto infatti che il sudore maschile lancia messaggi chimici che la donna prontamente raccoglie: la prova è un aumento del flusso sanguigno all’ipotalamo, la regione del cervello deputata al controllo delle funzioni viscerali e, fra queste, della riproduzione.

 

Leggi anche: Fascino e seduzione? I miracoli del profumo ai feromoni

 

Il perchè del cattivo odore

Ma la domanda a questo punto è un’altra: se il sudore all’origine è inodore, perchè spesso lo percepiamo come cattivo odore o puzzo?

La scienza spiega che età, dieta, genetica e igiene fanno sì che alcune persone producano un odore più o meno intenso. E poi ci sono i batteri che prosperano negli “ambienti umidi” del corpo, come per esempio, le ascelle e che, col sudore, producono sostanze maleodoranti.
Come riporta Focus, alcuni biologi dell’Università di York  nel Regno Unito hanno scoperto che i responsabili della formazione dei composti più puzzolenti del sudore sono soprattutto gli stafilococchi.

«Abbiamo scoperto che un piccolo numero di questi batteri era in grado di produrre una sostanza chimica odorosa (chiamata 3M3SH) a partire da una molecola inodore secreta dalle ghiandole delle nostre ascelle», afferma il biologo Gavin Thomas, co-autore dello studio pubblicato sulla rivista eLife.

Ma come farebbero gli stafilococchi a rendere maleodoranti i composti del sudore? E’ sempre Thomas a spiegarlo: «La pelle delle nostre ascelle offre loro un’ambiente ideale, grazie alle secrezioni delle ghiandole e dei follicoli (nei peli): sono ricchi di sostanze nutritive che ospitano la propria comunità microbica, il microbioma dell’ascella, popolato di molte specie di microbi diversi».

I ricercatori inglesi hanno decodificato la chiave di questo processo: una particolare proteina che permette ai batteri di trasformare i composti del sudore.

Una scoperta importante che, in teoria, potrebbe essere il punto di partenza per la produzione di deodoranti in grado di inibire la proteina e interrompere il meccanismo del cattivo odore.  E a quel punto, addio puzzo.

 

Leggi anche: Pube senza peli? Tutti i “pro” e i “contro” della depilazione totale

Tag:
Bruno Costi

Direttore Responsabile Staibene.it

www.cleansale.kiev.ua

Наша организация предлагает www.crystalforest.com.ua по вашему желанию, недорого.
profvest.com/2016/04/IQ-Option-otzivi-obzor.html
}