• Sii sano

2.259 visite

Problemi da caldo: il primo soccorso

Cosa fare in caso di ustioni, eritema solare, colpo di sole e di calore

Ustioni e colpi di calore e di sole: primo soccorso

1) USTIONI
Sono lesioni della pelle provocate dal calore (prolungata esposizione al sole, contatto con acqua bollente) o da sostanze chimiche (per esempio la calce).

Ecco dunque cosa fare:

  • allontanare se possibile la fonte dell’ustione;
  • raffreddare la zona colpita con acqua corrente, mai ghiaccio;
  • eliminare anelli e braccialetti;
  • non bucare le eventuali vescicole che si sono formate;
  • non togliere gli indumenti aderenti alla pelle;
  • coprire la parte ustionata con teli puliti e inumiditi;
  • coprire l’infortunato per evitare dispersione di calore.

Nel caso di ustioni chimiche:

  • se possibile eliminare gli indumenti contaminati;
  • lavare abbondantemente la pane colpita per eliminare la sostanza chimica (se calce secca, non utilizzare acqua, ma spazzolare via la sostanza dalla pelle e dagli abiti).

Se l’ustione ha interessato gli occhi:

  • non tentare di aprire le palpebre;
  • proteggerle con garze umide;
  • se presenti sostanze chimiche, lavare subito gli occhi con acqua corrente per almeno 20 minuti.

2) ERITEMA SOLARE
L’eritema solare è un’ustione di 1° grado: provoca rossore, prurito della cute.

Ecco dunque cosa fare:

  • lavarsi con acqua tiepida e sapone neutro (come il sapone di marsiglia), poi applicare una crema emolliente e calmante. Se persiste bruciore e prurito rivolgersi al medico curante.

3) COLPO DI SOLE
Il colpo di sole è dovuto all’azione diretta dei raggi solari durante una esposizione prolungata. I suoi sintomi iniziali sono: mal di testa, colorito rosso acceso del volto, sudorazione. Poi la pressione arteriosa si abbassa, la cute diventa pallida, fredda, umida, si puo avere perdita di coscienza.

Ecco dunque cosa fare:

  • trasportare l’infortunato al fresco e all’ombra;
  • praticare spugnature con acqua tiepida, mai ghiacciata;
  • se l’infortunato è cosciente, far bere acqua con un po’ di sale e zucchero;
  • se non è cosciente, tenerlo sdraiata con le gambe sollevate.

4) COLPO DI CALORE
Il colpo di calore di solito compare dopo sforzi fisici prolungati eseguiti in ambiente caldo-umido e poco ventilato, per cui il corpo non riesce a disperdere il calore in eccesso.
La vittima accusa mal di testa, malessere generale, pelle secca e molto calda (si può manifestare febbre fino a oltre 40-41°), colorito rosso acceso, vomito, convulsioni, fino addirittura – nei casi estremi – il coma.

Ecco dunque cosa fare:

  • trasportare il malato in ambiente fresco e ventilato;
  • borsa del ghiaccio sulla testa;
  • impacchi con acqua fresca sul resto del corpo;
  • se l’infortunato è cosciente, metterlo in posizione semiseduta;
  • se incosciente, metterlo su un fianco;
  • mai sollevare le gambe.
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

steroid-pharm.com/

В интеренете нашел классный блог на тематику отзывы instaforex .
Наш полезный блог про направление profshina.kiev.ua.
}